Speciale Fieragricola 2016

Speciale Fieragricola 2016

A Verona con Fieragricola in scena il Primario. In quattro giorni l’intera filiera agricola, con 1.000 aziende espositrici e 600 animali, si è data appuntamento a Verona 130.000 visitatori per la quattro giorni di Fieragricola 2016. In aumento gli arrivi dall’estero: +5% sull’edizione 2014. In questo articolo c’è una rassegna del meglio della meccanica vista un mese fa a Verona. Sono le grandi e piccole novità del 2016 che rappresentano l’antipasto di quanto vedremo all’Eima 2016 di Bologna

Si è chiusa sabato 6 febbraio la scorsa edizione, la numero 112, di Fieragricola. Il successo è stato sotto gli occhi di tutti e confermato dai 130mila visitatori che sembra abbiano varcato i tornelli della fiera veronese. E sarebbero potuti essere molti di più se non si fosse optato per il cambio di data (da mercoledì 3 a sabato 6 febbraio, con l’esclusione della domenica); in questo modo però la rassegna ha visto crescere le presenze professionali e la qualità degli operatori presenti, anche dal centro e sud Italia, così come l’internazionalità, con il 15% degli operatori giunti dall’estero, in aumento del 5% sul 2014. “Fermento tecnico” nei 9 i padiglioni occupati e due aree esterne, con oltre 50mila metri quadrati espositivi netti, distribuiti su tutti i settori. Erano presenti tutti i principali attori della meccanica agricola, della zootecnia, delle energie rinnovabili, sementi, agrofarmaci, vigneto e frutteto, fino alla cura del verde e all’attività forestale. Poche le novità. Il motivo è semplice. Fieragricola si inserisce a cavallo tra Agritechnica di Hannover (novembre 2015) e Eima di Bologna (novembre 2016), due eventi fieristici dal respiro sicuramente più internazionale. Fieragricola si conferma invece kermesse rivolta a una utenza più pragmaticamente incentrata sulla ricerca della macchina adatta alle proprie esigenze agricole locali, sia dal lato dell’utente finale che del concessionario. Nei padiglioni, riflettori puntati su un pilastri storici della manifestazione: la zootecnia, presente in forze con le migliori razze da latte e da carne. Spazio anche ai concorsi allevatoriali che hanno visto andare in scena il 15° European Open Holstein Show, dedicato alla razza Frisona e la Mostra nazionale della Bruna, senza dimenticare il Meeting Interbull, evento internazionale sulla genomica delle razze bovine da latte.

Piace sempre di più oltreconfine

Fieragriciola 2016, inaugurata dal Ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina, ha registrato comunque un incremento dei buyer stranieri in particolare da Germania, Svizzera, Francia, Austria, Spagna; un consolidamento dall’area dei Balcani (Serbia, Slovenia e Croazia), dall’Est Europa (Russia, Repubblica Ceca e Romania), mentre l’Irlanda è stato il paese ospite di questa edizione. “Si tratta di un segnale importante – spiega il direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani – che si aggiunge ai nuovi contatti in chiave estera che abbiamo allacciato per incrementare la presenza di Fieragricola a livello internazionale, con manifestazioni da realizzare in aree strategiche per il settore agricolo“.

Nel continente nero

A Fieragricola, anche grazie al Focus Africa che ha messo in luce le opportunità di business nel continenti Africano, si sono rafforzati poi gli arrivi da Egitto, Marocco, Algeria, Sudafrica, Camerun, Mozambico, Angola ed Etiopia. La delegazione commerciale ufficiale dall’Iran è stata tra le più numerose, con 30 top-buyer privati e istituzionali, mentre è stato debutto assoluto per Cuba e Kazakistan. Un incoming favorito dagli investimenti di Veronafiere e dalla collaborazione con ICE-Italian Trade Agency e FederUnacoma.

Coltura e cultura

Fieragricola si è confermata nuovamente punto di rifermento per tutto il comparto agricolo, anche per il contributo a stimolare il dibattito sulle grandi sfide per l’agricoltura del futuro che dovrà necessariamente puntare su innovazione e sostenibilità, tematiche che sono state declinate in oltre 100 eventi di formazione, tra convegni e workshop partecipati da più di 10mila persone. Nei padiglioni, la meccanica agricola, come già detto, era rappresentata ampiamente da tutte le grandi case nazionali e internazionali. Nelle prossime pagine presentiamo quindi in una rapida e sintetica rassegna alcuni dei costruttori che esporranno a Verona, quasi un “album fotografico” che non vuole certo essere rappresentativo di tutto quello che Fieragricola ha messo in mostra dal 3 al 6 febbraio, riservandoci, come sempre, di approfondire le novità più interessanti nel corso dei prossimi numeri di A come Agricoltura.

Il bilancio è positivo

È un bilancio positivo – dichiara il presidente di Veronafiere, Maurizio Danese – che consolida il ruolo di Fieragricola quale piattaforma di riferimento per un settore strategico ma che necessita di promozione e rilancio. Il nostro impegno per rendere la manifestazione ancora più orientata al business e all’internazionalità è stato premiato, prima di tutto dalle aziende espositrici, soddisfatte per il cambio di data e per la qualità dei buyer sempre presenti“.

I macchinari più importanti in esposizione tra gli stand di Fieragricola 2016

Antonio Carraro

Tony TR in esposizione a Fieragricola
Evoluzione del top di gamma a trasmissione idrostatica, Tony TR è il nuovo sterzante reversibile con trasmissione a 4 gamme a controllo elettronico, nuova cabina AIR omologata FOPS, ROPS e con pressurizzazione categoria 4.

BCS

BCS Serie K105
La nuova serie K105, i primi trattori isodiametrici con motore Common Rail emissionato in fase 3B. Accanto al primato ecologico, la serie K105 presenta un design accattivante e assicura prestazioni eccellenti grazie ai 98 Cv.

Breviglieri

A Fieragricola nello stand Breviglieri Mecfold 350 erpice rotante
L’erpice rotante pieghevole Mecfold 350

Caffini

diserbatrice Attila di Caffini
La diserbatrice ad acqua Attila distrugge il cotico erboso in filari di colture arboree con il solo utilizzo dell’acqua ad altissima pressione (1.000 bar).

Capello

Testata Spartan nello stand Capello
La testata a taglio diretto Spartan concepita per la raccolta integrale di tutti i tipi di foraggio, sia di media che di grande altezza.

Caron

Caron ST 690 Evo
La serie ST 690 Evo 4 di trattrici monoposto.

Case IH

Case IH 6140 Axial Flow
Nuova mietitrebbia Case IH 6140 Axial-Flow con un motore FPT da 8,7 litri Stage IV con una potenza massima di 400 Cv.

Cima

Cima serie NEW PLUS 50
L’atomizzatore portato sul sollevatore serie NEW PLUS 50 a nebulizzazione pneumatica basata sul principio del “Tubo Venturi” consente trattamenti fitoiatrici con miscele a basso volume d’acqua.

Claas

trattore Class Axion 870
Claas Axion 870, con cvt CMatic, potenza che tocca i 295 Cv grazie al sistema CPM che agisce sul 6 cilindri da 6.7 l.

Clemens

Clemens Wagner a Fieragricola
La trapiantatrice Wagner IPS-Drive a controllo satellitare GPS.

Damax

DSG Meccanica M.3.000
Damax Seminatrice DSG Meccanica M.3.000

ERO

ERO 6175 XV
La vendemmiatrice semovente ERO 6175 XV

Faresin

Faresin Leader
Faresin Leader nella versione Double Ecomode 2200, con due coclee verticali e potenza da 210/155 (Cv/Kw) Stage IIIB.

Fendt

Fendt 200  Vario versione intermedia F
Il 200 Vario in versione intermedia F per coltivazioni più ampie con trasmissione a variazione continua Fendt Vario ML 70. La guida viene comandata con un joystick posizionato a destra dell’operatore.

Florida

atomizzatore trainato Spray Mist SC3 1000
L’atomizzatore trainato Spray Mist SC3 1000 dotato di erogatori funzionanti sul principio di Venturi e con sistema di induzione elettrostatica delle particelle.

Grim

irroratore semovente Grim G7
Grim GT 7 è un irroratore semovente multiuso per colture basse e alte grazie alla carreggiata variabile idraulicamente da 2 a 3 m e al sollevamento cabina e barra fino a 4 m. Trasmissione idrostatica con motori idraulici alle ruote. Capacità totale di carico 3000 lt.

John Deere

trincia John Deere 8800
John Deere: la trincia della nuova Serie 8000 qui visibile nella versione più prestante: la 8800 da 843 Cv con motore Stage II/Tier2 da 19,0 l.

Krone

Krone Big X 630 a Fieragricola
Krone: la nuova Big X 630  da 626 Cv che di serie dispone del nuovo rotore trinciante  MaxFlow e del sistema VariQuick per la selezione rapida tra canale erba e rompigranella. In opzione è inoltre disponibile il sistema di regolazione della distanza di lancio StreamControl.

Kubota

Kubota M 8540 trattore cingolato
Kubota: l’M 8540 Narrow Power Crawler, trattore specializzato da frutteto/vigneto con cingoli posteriori indipendenti, idoneo per le zone collinari grazie ai cingoli che consentono una maggiore superficie d’appoggio e una diminuzione del compattamento del terreno. 
Il motore è un Kubota a 4 cilindri da 3,8 l, il cambio ha 3 gamme con 4 marce (12 AV + 12 RM).

Landini

stand Landini a Fieragricola, serie trattori 4 Model Year 2016
La Serie 4 di Landini “Model Year 2016” giova di un importante upgrade volto a migliorare non solo l’ergonomia, ma anche l’efficienza e la completezza degli allestimenti. Innanzitutto il rinnovamento della configurazione interna alla cabina, funzioni (Engine Memo Switch ed Ergonomic Lift System). Alcune novità riguardano poi i modelli compatti 4-060, 4-070, 4-075 e 4-080 per i quali, oltre al sistema di frenata sull’assale anteriore, viene aggiornata la trasmissione con la disponibilità dell’Hi-Lo.

Lely

T4C Vector di Lely a Fieragricola
Il T4C Vector di Lely, sistema di alimentazione automatico che nella sua ultima versione offre report con maggiori informazioni sui costi dell’alimentazione rispetto alla produzione di latte e carne.

Lochmann

Lochmann RPS 20/80 UQW
Atomizzatore trainato Lochmann RPS 20/80 UQW.

Lovol Arbos

Lovol Arbos a Fieragricola è presente con tutti i prodotti, compresi anche i marchi Goldoni e Matermacc
Per Lovol Arbos un debutto assoluto nel nostro Paese. Nello stesso stand della casa cinese erano rappresentati anche i marchi Matermacc e Goldoni brand legato alle macchine specialistiche da frutteto, vigneto, trattori isodiametrici, motocoltivatori e motoagricole.

ma/ag

ma/ag Cambridge KI XXL 63
Il rullo frantumatore ma/ag Cambridge KI XXL 63 in ghisa idraulico a tre sezioni pieghevole per la circolazione stradale. Ha larghezza di lavoro di 6,3 m e di trasporto di 2,55.

Manitou

Manitou MT 625 H sollevatore telescopico
Il modello Manitou MT 625 H ha una capacità di 2,5 t e può raggiungere un’altezza di sollevamento di 7,85 m. Il motore ha potenza di 75 Cv allo stage 3B.

Massey Ferguson

serie MF 3600
Massey Ferguson porta la serie MF 3600 nella versione Standard e Specializzato con angolo di sterzata incrementato 40,5 gradi per la versione MF 3600GE.

Mazzotti

Mazzotti ALLCROP 3180 a Fieragricola
Mazzotti ALLCROP 3180 è un semovente per irrorazione unico dedicato ad un’ampia gamma di colture.

Merlo

Merlo MF 40.9 stand Fieragricola
Merlo MF 40.9 è dotato di trasmissione idrostatica MCVTronic, ha altezza massima da 8,8 m e portata massima da 4.000 kg.

Moro Aratri

PNT 18A  Warrior di Moro Aratri
La serie WARRIOR A5 di aratri pentavomere variabili reversibili nel modello PNT 18A  Warrior.

New Holland Agriculture

New Holland TC5.90 Hillside trebbia
La nuova mietitrebbia New Holland TC5.90 Hillside da 258 cavalli Tier 4 Final. L’autolivellante presentata a Verona vanta la nuova cabina sospesa Harvest Suite Comfort. Monta ora lo stesso canale elevatore rinforzato e più lungo della CX5090 HS.

Nobili

nuova trincia TBE-S serie 102 di Nobili allo stand Fieragricola
Nobili ha presentato la trincia TBE-S serie 102 può lavorare lateralmente anche in posizione inclinata per la pulizia di argini o fossati e verticale per il taglio di siepi. Il rotore è dotato di coltelli intercambiabili.

Olimac

foto spannocchiatore Olimac Drago GT
Lo spannocchiatore DragoGT dotato di piatti spannocchiatori ammortizzati a regolazione automatica che montano un ammortizzatore in grado di attutire l’impatto delle pannocchie sui piatti stessi. L’apertura dei piatti si adegua automaticamente e alle diverse dimensioni degli steli del mais con funzionamento indipendente su ciascuna fila.

Orizzonti

Orizzonti Green Tech
Il porta attrezzi Orizzonti Green Tech, installato frontalmente in versione reversibile sulle trattrici che permette lavorazioni su aree difficili da raggiungere (richiede 180 bar e 25 l/min di olio).

Rinieri

trinciatrice Rinieri RSU 150
La trinciatrice RSU 150 per frutteto dal disegno pensato per avere un lato privo di sporgenze.

ROC

ROC RT 870
L’andanatore ROC RT 870 che si discosta dalla ranghinatura tradizionale per il sistema di raccolta: l’RT 870 carica il prodotto per poi trasportarlo su un nastro andanatore.

SAME

trattore Same Frutteto S ActiveDrive
Anche a Fieragricola sotto i riflettori il Frutteto S ActiveDrive per muoversi con la massima agilità anche tra i filari a sesto di impianto più stretti grazie a ActiveDrive, il sistema combinazione di sospensione anteriore a ruote indipendenti, controllo di trazione e controllo di smorzamento.

Sgariboldi

carro miscelatore Gulliver 7021 di Sgariboldi
Il carro miscelatore Gulliver 7021 con cubatura da 21 m3

Sicma

Sicma PTO 80
La PTO 80 è una pellettatrice con presa di forza, ideale se accoppiata alle cippatrici Sicma EC 100 e EC100 HY

Storti

Stori OV 180
Il carro miscelatore OV 180 orizzontale e verticale, in memoria di Ottorino Storti, recentemente scomparso.

Valtra

Valtra serie A con modelli di trattori nuovi e più piccoli
Valtra ha deciso di ampliare la Serie A con l’introduzione di nuovi modelli di più piccole dimensioni. La gamma di modelli Valtra adesso spazia da 50 CV a 400 CV e questo permette al costruttore finlandese di servire i propri clienti in modo più completo.

Fieragricola “rifugio constructorum”

Approcciare al mondo agricolo un passo per volta cercando di inserirsi in più segmenti possibili. Questa la strategia raccontata da molti costruttori del “movimento terra” presenti a Fieragricola 2016 come espositori. Due sembrano essere le linee strategiche di penetrazione del comparto agricolo. La prima si concretizza nella vendita della gamma di macchine per la movimentazione (pale gommate) per penetrare in molte realtà agro-zootecniche o nel segmento del biogas. La seconda è più d’interesse per le macchine compatte (skid loader e miniescavatori), quelle più adatte ad attività di pulizia e manutenzione del verde. Denominatore comune: la profonda crisi in cui ancora vessa il settore delle macchine movimento terra e del settore edile in genere, crisi che costringe i costruttori a rivolgersi a mercati alternativi.