“Crescere in digitale” con Coldiretti, Google e Ministero del Lavoro

“Crescere in digitale” con Coldiretti, Google e Ministero del Lavoro

Si chiama «Crescere in digitale» ed è un progetto pilota realizzato da Coldiretti con GoogleMinistero del Lavoro che è stato presentato lo scorso luglio. L’obbiettivo? Digitalizzare l’agricoltura e creare nuovi spazi di occupazione per i giovani agricoltori e nel settore agroalimentare che viaggia in controtendenza sul fronte del lavoro. Il progetto raccoglie un bisogno ben preciso: se gli ultimi dati Istat evidenziano un aumento del 2,2% degli occupati in agricoltura, +3,3% nel Mezzogiorno, sono comunque ancora moltissime le strade alternative e inedite da esplorare, a partire dalla diffusione di tecnologie digitali.

Come funziona Crescere in digitale

Una spinta potrà arrivare dal nuovo progetto che prevede la mobilitazione di oltre 100 agriweb advisor. In ogni provincia infatti sarà assunto un giovane (formato da Google) per favorire la diffusione dell’innovazione nelle filiere agroalimentari, dalle applicazioni robotiche alle etichette digitali, dai droni fino alla valorizzazione degli scarti e alla riduzione delle emissioni. È questa la versione tecno della mutifunzionalità. Le aziende guidate dagli under 35 si stanno sempre più indirizzando verso nuove formule. L’e-commerce è ormai un must, e sta crescendo pure il controllo su smartphone dei sistemi agricoli, della robotica impianti o della gestione di macchine o attrezzature agricole. Ma occorre un’azione concertata di diffusione sul territorio per un’agricoltura in rete. L’attività sarà focalizzata sullo sviluppo di siti web, del commercio elettronico e dei social media.

Il sito ufficiale: www.crescereindigitale.it