Trattori Valtra T154 Active, semplicità e stile

Trattori Valtra T154 Active, semplicità e stile

Dal Nord Europa al Parco agricolo sud di Milano. In prova per A come Agricoltura la gamma T4, in particolare il Valtra T154 Active che abbiamo visto per la prima volta in grande stile nel Valtra Demo Tour 2015. Tre possibilità di allestimento per due cambi con questi modelli. Non solo, del resto sono tante sono le combinazioni che Valtra lascia all’acquirente: una trasmissione powershift nei modelli Active e Versu, oppure la variazione continua dei Direct. Abbiamo provato l’Active, l’entry level dove l’essenziale è la regola perchè ciò che più interessa sono le prestazioni. Ecco che a un prezzo accessibile e ammortizzabile senza eccessivi pensieri ci si porta a casa una macchina intuitiva e gestibile velocemente. Non mancano con però optional che completano l’allestimento base e lo rendono un trattore comfortevole e prestante. Il Valtra messo alle strette per alcune operazioni di spianamento è il modello T154 che nonostante la gommatura ha dato prova di essere un lavoratore indefesso.

trattore valtra T154

nuovo valtra t154

test in campo trattore valtra t154 2

Valtra T154: IMPRESSIONI

prova trattore Valtra T154 ActiveAppena saliti a bordo si è colpiti da una peculiarità che connota immediatamente i trattori Valtra T154: il volante ha un diametro veramente ridotto, che velocizza la sterzata incrementando la manovrabilità rispetto a un volante più grande. Questa caratteristica, che potrebbe risultare tutto sommato secondaria, ha ulteriori vantaggi, in primis un incremento della visibilità sul fianco cofano motore e sull’assale anteriore. Al lavoro con lo scraper il Valtra T154 ha reagito bene agli sforzi di carico anche con il cassone dell’attrezzo vuoto: è il motore a fare la differenza. I consumi si sono attestati intorno ai 30 l/h nelle fasi di carico di uno scraper 6 m3, leggermente sotto dimensionato per un motore di questa entità. Note positive anche dalla trasmissione. Per la serie ACTIVE la trasmissione è semi-powershift con passaggi di gamma robotizzato. Bene l’azione dei rapporti sotto carico, anche quando attivato il passaggio in automatico secondo gli sforzi, mentre da migliorare – o più probabilmente da registrare – il salto di gamma robotizzato che arresta quasi totalmente sia in scalata che in incremento. Le velocità di lavoro sono però coperte da almeno due rapporti sotto carico, per avere regime motore differente. L’inversore idraulico invece inverte la marcia con rapidità e il software trova il rapporto adatto secondo la velocità che si stava impiegando prima dell’inversione. La leva arancione per la gestione della trasmissione e quella per il controllo degli idraulici si individuano a occhi chiusi, così che non è necessario distogliere lo sguardo dalla direzione o dall’attrezzo al lavoro. Ottima la scelta di separare l’olio della trasmissione nonostante non sia un cambio a variazione continua. Questo comporta una maggior disponibilità di flusso ai distributori. Le vibrazioni sono smorzate in modo preciso dalle sospensioni e dall’assale anteriore, che si distingue per un efficiente sistema di sospensione pneumatica AIRES+. Il peso a vuoto della macchina Valtra T154 di 7.300 kg permette di lavorare anche in condizioni di umidità o in punti critici con discreti risultati rispetto a macchine più potenti ma appesantite. Il buon margine che però si guadagna fino al peso massimo ammesso è di oltre 60 quintali, per uno zavorramento gravoso per condizioni difficili, rientrando comodamente nei limiti di legge. Giudizio ottimo su tutta la manutenzione, radiatore e filtro si riescono a pulire velocemente.

misure cabina Valtra

CABINA

cabina valtra t154
il posto di guida che può avere sedile pneumatico riscaldato, il volante di piccolo diametro per permettere una veloce rotazione che influisce positivamente sulla manovrabilità. L’inversore è in arancione, come tutti i comandi che permettono di variare trapporti o impostazioni della trasmissione.

logo su cofano valtraNonostante le dimensioni contenute del Valtra T154, la cabina lascia discreto spazio al conducente e isola correttamente i rumori esterni. I comandi sono tutti a portata di mano e alla destra dell’operatore si può accedere a tutte le regolazioni idrauliche e del sollevatore posteriore. La leva dei comandi idraulici a croce è esclusivamente per la gestione del sollevatore e degli idraulici anteriori; sarebbe utile se si potesse invertire e scegliere di utilizzarla al posteriore. Subito si intuisce l’utilizzo della particolare leva arancione tipica di Valtra. L’adattamento per chi non è abituato a vivere la cabina Made in Finland è veloce e intuitivo. Nella parte destra della consolle sono posizionati regolazione del sollevatore e accensione della PTO, molto più comoda rispetto ad altri costruttori che la posizionano lontana dall’operatore. Nella versione ACTIVE, il bracciolo ValtraArm è senza terminale, mentre per i modelli VERSU e DIRECT è integrato il piccolo schermo per la gestione delle funzioni della macchina.

MOTORE

motore AGCO Valtra t154

Il motore AGCO Power da 6 cilindri da 6,6 l, per il modello 154 sviluppa 165 CV di potenza e il livello di emissioni Tier 4 Final è dato dal sistema SCR che lavora in abbinamento al catalizzatore DOC. Il nuovo turbocompressore ha pressione di iniezione di 2.000 bar, per ottenere così una coppia alta già 1.500 g/min: 680 Nm e 740 grazie alla sovralimentazione. L’intervallo di manutenzione è ora di 600 ore, per allungare così i tempi richiesti di manutenzione: le vera resa la si fa in campo.

radiatore trattore valtra serie T4
Il pacco radiatore apribile nelle componenti esterne e fisso in quelle più interne, ma facilmente pulibili grazie alla luce libera che è stata lasciata tra essi.

TRASMISSIONE

Il powershift a 5 gamme include di serie 4 marce sotto carico e superriduttore, per un totale di 20 rapporti in entrambe le direzioni ai quali si aggiungono altri 10 rapporti derivati dal superriduttore. Sui modelli Valtra T154 Active, così come per i Versu, è ora disponibile la funzione Hill-hold, per l’arresto senza l’utilizzo del pedale della frizione. I trattori Valtra con trasmissione powershift includono anche il servomeccanico idraulico per ottenere automaticamente più regime motore nonostante l’utilizzo di impianti idraulici, senza influire sulla velocità di guida.

IDRAULICA

L’impianto idraulico è gestito da una pompa load sensing con sensore di carico per una portata di 115 l/min oppure 160 l/min in optional. L’uscita dalla valvola può raggiungere gli 80 l/min, per un totale di 5 distributori posteriori e 2 o 3 in optional all’anteriore. Il sollevatore posteriore solleva di serie 8.300 kg e può essere ampliato a 9.500 kg. All’anteriore si può installare l’aggancio anteriore da 5.000 kg.

TECNOLOGIA

Oltre alla tecnologia AGCO che può essere installata sui trattori Valtra, come l’AgCommand e l’AutoGuide, i trattori finlandesi possono avere una personalizzazione a seconda delle richieste dell’utente. Valtra è infatti il primo brand per numero di personalizzazioni realizzate o trasformazioni sulle esigenze anche lavorative degli agricoltori.

rumore lavoro valtra t154

valtra in campo con uno scraper