Syngenta: la crescita con il passaggio a ChemChina

Syngenta: la crescita con il passaggio a ChemChina

Syngenta ha annunciato la sua nuova ambizione e priorità dopo la conclusione della transazione con ChemChina. L’azienda mira a incrementare le proprie quote di mercato attraverso una crescita organica e una serie di collaborazioni, e sta considerando la possibilità di completare alcune acquisizioni mirate con un forte focus sulle sementi.

L’obiettivo di Syngenta è rafforzarsi nell’ambito della protezione delle colture e diventare un ambizioso player nel mercato sementi

I punti chiave per la prossima fase di crescita saranno un’ulteriore espansione nei mercati emergenti, soprattutto in Cina, il rafforzamento dell’offerta nell’ambito dell’agricoltura digitale e continui investimenti in nuove tecnologie per incrementare i raccolti riducendo le emissioni di C02 e preservando le riserve di acqua. Dopo essere stato eletto Presidente del Consiglio di Amministrazione nella giornata del 26 giugno, Ren Jianxin, Presidente di ChemChina, ha confermato che Syngenta manterrà la sua indipendenza operativa e che il management attualmente in carica continuerà a guidare l’azienda. “Condividiamo la visione strategica e di lungo periodo di Syngenta – ha sottolineato Ren Jianxin – e non vediamo l’ora di supportare la crescita dell’azienda e la sua offerta di prodotti e servizi. Insieme con il Consiglio di Amministrazione, il Management e tutto il personale aziendale, lavoreremo a vantaggio degli agricoltori, per migliorare la sicurezza alimentare e combattere la fame in tutto il mondo facendo sempre riferimento ai principi della syngenta viteleadership tecnologica, della sicurezza ambientale e della sostenibilità”Michel Demaré, Vice Presidente di Syngenta e Lead dei Consiglieri Indipendenti, ha affermato: “Questo accordo è storico per molte ragioni. Non solo perché rappresenta la più grande acquisizione mai realizzato da un’azienda cinese, ma anche perché è un accordo focalizzato sulla crescita. Tutti i nostri stakeholder beneficeranno di questo cambiamento di proprietà. I posti di lavoro sono stati salvaguardati e gli agricoltori continueranno a poter scegliere e a beneficiare dei nostri investimenti in tecnologia. Syngenta continuerà ad avere il suo quartier generale e a pagare le tasse in Svizzera, con la maggior parte dei siti di Produzione e di Ricerca & Sviluppo nel Paese. Syngenta rimane un’azienda indipendente, con una nuova proprietà che ha una visione di lungo periodo per il nostro settore e che continuerà a investire di conseguenza. L’azienda manterrà alti standard di governance con quattro Direttori indipendenti nel Board. Sono ansioso di lavorare con Ren Jianxin e il resto del Consiglio per sviluppare ulteriormente la nostra leadership sia come potenzialità di crescita sia in sostenibilità. Assieme, ChemChina e Syngenta contribuiranno a garantire l’approvvigionamento di cibo a livello globale”Erik Fyrwald, CEO Syngenta, ha commentato: “Giochiamo un ruolo chiave nella food chain per nutrire la popolazione mondiale e prenderci cura del nostro pianeta. Il nostro proposito è di essere il più collaborativo e affidabile team in agricoltura, fornendo le migliori sementi e agrofarmaci innovativi per aumentare il benessere degli agricoltori, in ogni parte del mondo. Con ChemChina abbiamo una nuova proprietà stabile che ci aiuterà a raggiungere questo proposito. Nello stesso tempo manterremo il nostro focus sulla produttività e sul miglioramento della customer experience. Siamo entusiasti delle prospettive globali e soprattutto di quelle sul mercato cinese, dove utilizzeremo e implementeremo la nostra tecnologia e il nostro know-how per promuovere la migliore agricoltura, la sicurezza alimentare e gli standard ambientali, oltre ad aumentare la produttività”.