Farm Progress Show: New Holland punta sul trattore alimentato a metano

Farm Progress Show: New Holland punta sul trattore alimentato a metano

New Holland Agriculture ha presentato al Farm Progress Show 2017 l’ultima evoluzione della sua visione per un futuro sostenibile dell’agricoltura: un concept di trattore alimentato a metano che reinterpreta la progettazione di questa macchina rivelando un futuro all’insegna della connessione. New Holland immagina un’azienda agricola del futuro completamente indipendente dal punto di vista energetico: un’azienda che non produce solo alimenti, ma anche la biomassa che serve per generare l’energia utilizzata per le sue attività e per alimentare i suoi trattori e gli altri macchinari. Un futuro autosufficiente che è realizzabile già oggi. Carlo Lambro, Brand President di New Holland Agriculture, ha dichiarato: “Per New Holland il nuovo concept di trattore alimentato a metano rappresenta l’ultima evoluzione della ricerca di tecnologie sostenibili ed efficienti attraverso l’innovazione. Il suo innovativo motore offre le stesse prestazioni e la stessa durata nel tempo del suo equivalente convenzionale, ma con costi di esercizio di gran lunga più contenuti. Combina carburanti alternativi e tecnologie avanzate applicate all’agricoltura per creare un anello fondamentale che chiude il circolo virtuoso della Energy Independent Farm sfruttando l’energia prodotta dalla terra e dagli scarti.” 

trattore a metano New Holland

La sperimentazione su carburanti alternativi

La strategia Clean Energy Leader di New Holland offre il 100% di compatibilità dei biodiesel con i propri prodotti dal 2006. Nel 2009 New Holland ha messo a punto il primo prototipo di trattore a idrogeno, l’NH2, dimostrando la fattibilità di questa tecnologia ad emissioni zero. Questo è a sua volta un elemento chiave del concetto di Energy Independent Farm, l’azienda agricola energeticamente indipendente. Continuando a sperimentare carburanti alternativi in grado di garantire una riduzione delle emissioni e dei costi di gestione nel 2012 New Holland ha creato il suo primo prototipo di trattore a propano e sta sviluppando il T6 Propane Power in collaborazione con il Propane Education & Research Council (PERC) statunitense. Nel 2013 New Holland ha presentato il suo primo prototipo di trattore a metano, il T6 Methane Power, che è stato quindi ulteriormente sviluppato e testato dalla clientela. 

Nuovo Concept di trattore alimentato a metano: stesse prestazioni e longevità dell’equivalente modello Diesel

energy indipendent farmIl nuovo concept di trattore alimentato a metano si basa sui precedenti prototipi T6 Methane Power, facendo segnare un significativo progresso tecnologico. Infatti si avvale di un propulsore che utilizza una tecnologia di combustione specificatamente messa a punto per le applicazioni agricole da FPT Industrial, marchio di CNH Industrial, che da oltre 20 anni sperimenta sistemi di trazione a gas naturale. Il motore NEF a sei cilindri, alimentato a metano, genera 180 cv e 740 Nm: la stessa potenza e coppia del suo equivalente a gasolio. Anche la longevità e gli intervalli di manutenzione non cambiano, ma con un risparmio, dichiara New Holland, fino al 30% sui costi di esercizio. Il serbatoio utilizza una struttura tubolare a strati di materiale composito, consente un’intera giornata di autonomia al pari dell’equivalente modello diesel. Il motore del trattore alimentato a metano presenta inoltre il vantaggio della silenziosità di funzionamento, con una riduzione fino a 3 dBA dei livelli fonometrici emessi. Questo si traduce in una riduzione di circa il 50% del livello di rumore durante la marcia, il che rende questo trattore ideale per gli impieghi municipali, in azienda agricola e di trasporto. Nelle condizioni reali di lavoro sul campo, il concept del trattore alimentato a metano genera il 10% di emissioni di CO2 in meno, con una riduzione complessiva delle emissioni dell’80% rispetto a un trattore diesel convenzionale. La sua performance ambientale migliora ulteriormente se viene alimentato con biometano prodotto da residui e scarti di colture energetiche, al punto che le emissioni di CO2 diventano praticamente pari a zero. 

Un anello del circolo virtuoso della Energy Independent Farm

Il concept di trattore alimentato a metano diventa un anello fondamentale nel circolo virtuoso che porta alla produzione neutra di CO2, in cui la Energy Independent Farm produce l’energia che serve per alimentare le sue attività, riscaldare i suoi fabbricati e far funzionare le sue macchine. Il biometano, in quanto carburante sostenibile, è particolarmente indicato per le aziende agricole, che a loro volta dispongono delle materie prime e dello spazio per ospitare un biodigestore per la produzione del gas. Il biodigestore viene alimentato con colture energetiche appositamente coltivate, scarti animali, rifiuti alimentari o residui colturali. Può utilizzare rifiuti raccolti presso stabilimenti alimentari, supermercati e ristoranti oltre ai materiali raccolti all’interno dell’azienda stessa. Il biogas prodotto nel biodigestore viene trasferito a una stazione di raffinazione, dove viene trasformato in metano di qualità combustibile per alimentare i veicoli e le macchine dell’azienda agricola. Il metano può essere impiegato anche per alimentare un generatore di energia elettrica da utilizzare nell’azienda, con l’eventuale surplus immesso nella rete elettrica per i fabbisogni delle comunità locali. I sottoprodotti della biodigestione possono essere usati come fertilizzanti naturali negli appezzamenti dell’azienda.

Il nuovo concept reinterpreta la progettazione stessa del trattore

Il team del Design Center CNH industrial ha ripensato l’estetica del trattore prendendo spunto dal design automobilistico per creare una linea esterna completamente integrata con elementi stilistici tipici di New Holland come le prese d’aria sul cofano e le luci dal look aggressivo, senza dimenticare altri tratti iconici come l’esclusivo sedile a forma di foglia e le luci di evidenziazione del marchio. La carrozzeria avvolgente è un esempio di design completamente integrato con il cofano, i parafanghi anteriori e posteriori e il serbatoio del carburante che vanno a creare una linea filante ed elegante. I vetri consentono una visibilità panoramica a 360 gradi. Il tettuccio con cupola di vetro con ricevitore PLM (Precision Land Management) integrato consente una visione panoramica e una visuale senza impedimenti sul caricatore, facilitando operazioni come il caricamento del digestato o il foraggiamento del bestiame. All’interno la cabina offre un ambiente operativo senza ingombri, con tutti i comandi essenziali sul bracciolo integrato e gli altri parametri controllabili tramite il display interattivo situato sul padiglione. Il cruscotto fisso montato sul piantone dello sterzo si muove assieme al volante quando questo viene sollevato o abbassato in modo da adattarsi alla corporatura dell’operatore, assicurando una visibilità ottimale dei dati del display in tutte le posizioni.

Link al video su youtube: https://youtu.be/ftMlRrzjXz8