Nardi cede le azioni ai britannici

Nardi cede le azioni ai britannici

La umbra Nardi, specializzata nella produzione di attrezzi per lavorazione del terreno e la semina, passa ufficialmente in mani straniere. A fine dicembre scorso è stata infatti confermata la cessione dell’89,3% delle azioni alla società di investimento londinese Xete Investment

La società in questione, che subentra definitivamente alla famiglia Nardi, ha già dato l’incarico alla svizzera Ancorage per la gestione del passaggio

Ancorage gestirà la ristrutturazione che coinvolgerà 104 dipendenti. Si tratta di una ristrutturazione che, non sapendo ancora nulla del piano industriale in dettaglio, si annuncia non certo leggera.

L’aratro Delfino

aratro nardi

L’attrezzatura più famosa di Nardi è rappresentata dall’aratro Delfino, inserito nel 2016 tra le 14 best practice mondiali per la gestione dei suoli in aree desertiche. Delfino si fregia del Sistema Vallerani, costituito da un movimento continuo e alternato dei due ripuntatori e del vomere reversibile nel terreno. Ciò produce nel terreno un sistema di sacche e canali, fondamentale per valorizzare le scarse disponibilità idriche dei suoli desertici. La sua profondità di lavoro arriva fino a 85 centimetri.