Rotopressa Krone Fortima F1600: roto e fissa? Sì, grazie

Rotopressa Krone Fortima F1600: roto e fissa? Sì, grazie

nuova rotopressa krone italiaQuando si parla della scelta di una pressa sono molti i fattori che entrano in gioco: quantità di campi da lavorare, capacità di trasporto e stoccaggio sono solo alcuni da tenere in considerazione. Tendenzialmente i contoterzisti tendono a preferire le quadripresse, per questioni di velocità, d’altronde lavorano senza mai fermarsi, e quando ci si trova a dover imballare ettari su ettari tutto conta. Le quadripresse però hanno solitamente costi maggiori rispetto alle rotopresse, e necessitano di potenze elevate per essere utilizzate. Quindi solitamente le piccole medie aziende sono orientate verso l’acquisto di una rotopressa, più economica da mantenere e che non richiede eccessiva potenza per funzionare. Per venire incontro alle esigenze di queste aziende è stata creata la rotopressa di Krone Fortima F1600, molto indicata per il mercato italiano, ma non solo

di Gabriel Valletti

Innovativo pick-up e gruppo di taglio

Con EasyFlow, Krone offre sulla gamma Fortima un pick-up non comandato da ben 2,05 m di larghezza di lavoro, che fa a meno del sistema a camme. I vantaggi sono molteplici, il pick-up senza camme ha un principio costruttivo più semplice e minor usura, questo significa di conseguenza minori costi di manutenzione e riparazione. Il segreto di questo pick-up è la particolare forma dei raschiatori zincati che garantiscono un approvvigionamento continuo del prodotto. Le coclee volutamente sovradimensionate trasportano il prodotto raccolto lateralmente verso il centro e assicurano un flusso senza interruzioni dal raccoglitore alla camera di pressatura. Con cinque file di denti e una distanza tra essi di soli 55 mm EasyFlow raccoglie in modo pulito anche il foraggio corto. La regolazione dell’altezza del pick-up avviene velocemente tramite segmenti forati posti sulle ruote tastatrici. Grazie alle ruote pneumatiche il raccoglitore ha un funzionamento equilibrato. L’azionamento del raccoglitore avviene mediante catena con tenditore automatico, la frizione con bullone di sicurezza funge da protezione contro possibili corpi estranei.

In alternativa su questa rotopressa è possibile adottare una soluzione che offre un rotore di taglio denominato da Krone MultiCut che comprende un massimo di 17 coltelli e una distanza minima tra le lame di 64 mm

multicut krone
MultiCut

Grazie al taglio più corto, del fieno o della paglia, la densità di pressione raggiungibile è maggiore, la qualità dell’insilato migliora e il foraggio risulta più facile da distribuire nelle mangiatoie. Il rotore grazie al diametro di 415 mm ha una capacità di raccolta particolarmente elevata. I doppi denti disposti a V distribuiscono il prodotto su tutta la larghezza del rotore di taglio. I picchi di potenza vengono evitati grazie al taglio in sequenza. La trasmissione della potenza al rotore avviene tramite ingranaggi di grandi dimensioni in grado di resistere alle sollecitazioni la trasmissione è diretta e lavora anche in caso di andane con forma irregolare. In caso di intasamento il rotore di taglio di Fortima è reversibile manualmente o, in opzione, mediante sistema idraulico. Il commutatore Krone permette la selezione tra 17-15-7-0 coltelli attivi. Il numero di coltelli desiderato è inseribile nel canale di taglio in maniera semplice e veloce mediante una leva. Variando il numero di coltelli in uso è possibile variare la lunghezza di taglio fino a 64 mm.

Elevatore a catenaria

elevatore a catenaria krone fortima f1600Grazie alla miglior ripartizione delle forze su più maglie della catena e una minor angolazione data dai grandi rulli di trasmissione, gli elevatori a catenaria sono soggetti a usura ridotta, sono altamente sollecitabili e garantiscono elevata densità di pressatura. In caso di necessità le maglie della catena possono essere facilmente sostituite. Queste rotopresse vengono utilizzate in tutto il mondo in svariate situazioni e devono quindi essere perfettamente funzionanti in molteplici campi d’utilizzo, con paglia, fieno o insilato avvizzito. L’elevatore a barre con catenaria è in grado di affrontare molteplici condizioni d’uso. La catenaria Krone tratta il prodotto con delicatezza e, grazie all’effetto ingranaggio, garantisce la continua rotazione della balla e la massima densità di pressatura.

 

La camera fissa secondo Krone Fortima F1600

Il prodotto raccolto dal pick-up viene introdotto nella camera di pressatura, dove l’elevatore a catenaria forma strato dopo strato balle stabili e compatte. Uno dei vantaggi dell’elevatore a catenaria è l’eccellente proprietà di trasporto del prodotto. Il prodotto introdotto nella camera inizia a girare prima, la balla viene formata più velocemente e il nucleo rimane più denso. La balla quindi è più pesante, fattore importante per un insilato di qualità. Krone Fortima F1600 con o senza rotore di taglio MultiCut sfrutta appieno le potenzialità della camera fissa e grazie al pick-up non comandato, all’elevatore a catenaria con barre e alla facilità di manutenzione le rotopresse Fortima sono mezzi che si ripagano velocemente. L’idea della camera di pressatura completamente chiusa ha dimostrato la propria validità durante decine di anni di esperienza nelle condizioni più difficili. Per aumentare la vita utile e allungare i tempi di manutenzione, il pretensionamento dell’elevatore a catenaria viene mantenuto costante grazie ad un tensionatore regolabile.

La camera di pressatura chiusa e l’utilizzo di poche catene permettono un ridotto assorbimento di potenza, facilita gli interventi di manutenzione e riparazione e aumenta l’affidabilità delle rotopresse Krone

L’espulsore delle balle, non serve solo ad allontanare la balla dalla macchina, ma serve anche come lamiera raccogli balla. In questo modo è già possibile ricominciare a lavorare mentre il portellone posteriore si sta chiudendo. Due cilindri idraulici posti alla destra e alla sinistra del portellone posteriore assicurano la piena pressione anche nella parte posteriore della camera di pressatura di Krone Fortima F1600.

bobina rotopressa krone fortima

Legatura: a spago o a rete?

Un apposito vano di Krone Fortima F1600 permette di trasportare una riserva fino a 11 bobine di spago, appositi supporti assicurano la tenuta stabile delle bobine e ne permettono lo srotolamento sicuro. Il processo di legatura a spago viene avviato mediante un motore elettrico. Il motore porta in tensione la cinghia di trasmissione che aziona il rullo in gomma per l’introduzione dello spago. Con QuattroSpeed Krone offre per la prima volta un quadruplo legatore a spago che permette di ridurre notevolmente i tempi di legatura rispetto a un doppio legatore. I principali vantaggi del legatore a rete rispetto al legatore a spago derivano dal minor tempo necessario per la legatura e di conseguenza dal maggior numero di balle all’ora con la conseguente sensibile riduzione del consumo di carburante. Con il legatore a rete possono essere utilizzati bobine con lunghezza fino a 3.600 metri. L’avviamento della legatura avviene alla fine del processo di pressatura automaticamente o manualmente tramite un motore elettrico. Nell’apposito vano possono essere immagazzinati, al riparo da eventi atmosferici tre rotoli di rete. Un supporto garantisce il posizionamento sicuro delle bobine. L’inserimento della bobina avviene comodamente dalla parte anteriore della pressa, il rotolo di rete viene spinto sull’albero del legatore apribile verso l’esterno. Successivamente la rete viene posizionata sul legatore e sì è così pronti a ripartire.

rotopressa isobus krone

Il terminale di comando CCI, con il suo touchscreen a colori da 8,4″, i 12 tasti funzione, il pulsante a rotella e il tasto Stop è compatibile con lo standard ISOBUS e può essere utilizzato anche su macchine compatibili di altri produttori.