Bologna 2018: l’EIMA che verrà

Bologna 2018: l’EIMA che verrà

Mancano poco più di sette mesi alla 43ª edizione di EIMA, rassegna internazionale della meccanica agricola. La rassegna, organizzata da FederUnacoma Surl, si terrà dal 7 all’11 novembre prossimo presso il quartiere fieristico di Bologna

eima berti e dondi

Sono attesi numeri da record per EIMA 2018

eima 2018 bolognaParliamo infatti di un evento che si colloca al secondo posto nel panorama mondiale per numero di espositori e visitatori e al primo posto per livello di internazionalità. Fra le novità citiamo il Salone Idrotech, dedicato all’irrigazione e alla gestione dell’acqua. In programma c’è inoltre l’inaugurazione dei nuovi Padiglioni 29 e 30, prima realizzazione dell’ampio progetto di ristrutturazione del quartiere espositivo bolognese. L’evento, mai come quest’anno, si presenta dunque nel segno della novità. Oltre che per i contenuti tecnici – la migliore produzione realizzata da oltre 2 mila industrie costruttrici in rappresentanza di 50 Paesi, con un totale di oltre 50 mila modelli e dispositivi tecnologici a copertura di più di mille voci merceologiche – anche per gli aspetti organizzativi e strutturali. La novità più significativa è rappresentata dal varo dei nuovi padiglioni 29 e 30, per una superficie totale espositiva di circa 24 mila m2 con strutture monoplanari senza pilastri, che sono ora in fase di costruzione e che rappresentano il primo passo di quell’ampio progetto di ristrutturazione del quartiere fieristico varato da BolognaFiere che prevede entro il 2022 l’edificazione di altri 4 padiglioni e la completa riqualificazione di tutte le altre strutture espositive.

EIMA Show

FederUnacoma Surl è impegnata anche nell’organizzazione di EIMA Show, in programma dal 13 al 15 luglio 2018. La kermesse prevede prove in campo di macchine e attrezzature per ogni tipo di lavorazione, sia per il settore primario sia per cura del verde, nel segno dell’agricoltura di precisione. Come per la precedente edizione, anche per quest’anno la manifestazione sarà ospitata presso l’Azienda Agricola Casalina, di proprietà della Fondazione per l’Istruzione Agraria in Perugia.