Suzanne Heywood succede a Sergio Marchionne alla guida di CNH Industrial

Suzanne Heywood succede a Sergio Marchionne alla guida di CNH Industrial

In seguito alle condizioni di salute critiche di Sergio Marchionne – che hanno portato in data odierna all’ufficializzazione della sua morte a Zurigo – il consiglio di amministrazione del gruppo CNH Industrial ha nominato Suzanne Heywood quale nuovo presidente del Gruppo. Il settore agri di CNH Industrial attualmente include New Holland Agriculture, Case IH Agriculture, Steyr ed FPT

sergio marchionne cnh industrial

Oltre al ruolo di amministratore delegato di Fiat Chrysler Automobiles e di Ferrari, Sergio Marchionne ha ricoperto infatti, fino allo scorso sabato, la carica di presidente di CNH Industrial, nata nel 2013 in seguito alla fusione tra Fiat International e CNH Global

Suzanne Heywood, classe 1969, è cittadina inglese e dal 2016 fa parte del managing director di Exor, società di investimenti controllata dalla famiglia Agnelli-Elkann. Ha iniziato la sua carriera nel Governo del Regno Unito presso il Ministero del Tesoro. In quel dicastero è stata Segretaria personale del Financial Secretary (responsabile di tutti gli aspetti della fiscalità diretta) nonché principale fautrice della politica di privatizzazione del Governo svolgendo inoltre un ruolo di supporto del Cancelliere durante le negoziazioni presso l’ECOFIN (il Consiglio dei Ministri delle Finanze Europei) a Bruxelles. Ha conseguito la laurea in scienze all’Università di Oxford e il Dottorato a Cambridge.​ Figura poliedrica, Lady Heywood è anche membro del comitato di revisione del settimanale The Economist, è vicepresidente della Royal Opera House e membro della Royal Academy of Arts Trust.

È cresciuta per dieci anni su uno yacht con la sua famiglia, ripercorrendo il terzo viaggio attorno al mondo dell’esploratore James Cook.