Diamond Road Show per i 60 anni di Massey Ferguson

Diamond Road Show per i 60 anni di Massey Ferguson

Diamond Road Show è il “prezioso” che identifica i 60 anni di un anniversario di Massey Ferguson. E tante sono le primavere trascorse dalla nascita del famoso logo che ha proposto un road show dedicato a clienti storici… e futuri

Diamond Road Show 2018, in 5 tappe in tutta Italia, ha dato la possibilità a molti clienti e appassionati del marchio di provare l’intera gamma del costruttore di Beauvais. Un road show tutto organizzato dall’unico global brand di casa AGCO, che in queste occasioni ha messo in mostra una notevole rappresentanza della propria gamma di trattori e sollevatori telescopici

Si tratta di un evento particolarmente importante” ha dichiarato Gianluca Gherardi, sales manager di Massey Ferguson Italia “principalmente perché permette ai concessionari locali di invitare alle prove di tutta la gamma MF sia i clienti storici sia i potenziali interessati, concedendo a tutti la massima attenzione e la possibilità di provare direttamente in campo le macchine. Infatti l’invito è stato riservato solo a persone selezionate dai concessionari locali, con un massimo di circa 100 persone a giornata (50 al mattino e 50 al pomeriggio). A questa opportunità, abbiamo poi voluto aggiungere alcune offerte dedicate a chi è intervenuto in questi eventi.”

gianluca gherardi massey ferguson italia

All’evento di Carmagnola abbiamo visto in campo ben otto mezzi (più alcuni statici), rappresentanti appunto l’intera gamma Massey Ferguson

sollevatore telescopico massey ferguson

La prima stazione del Diamond Road Show, dedicata ai mezzi di potenza medio-bassa, è stata l’occasione per vedere da vicino la serie 5000S e la serie 5000, nonché il sollevatore telescopico TH. Quest’ultimo, in particolare, era presente nella versione 7038, in grado di sollevare carichi fino a 3.800 kg ad un’altezza massima di 7 m. Dotato di un motore Doosan a 4 cilindri, da 3400 cm3 di cilindrata con una potenza massima di 130 CV, riesce a garantire la portata massima anche all’altezza di 7 m, con un’ottima stabilità grazie anche alla massa di 7.130 kg circa. La trasmissione è idrostatica, con 2 marce meccaniche e 2 idrauliche, ed è in grado di raggiungere i 40 km/h. L’impianto idraulico ha una capacità massima di 190 l/min grazie ad una pompa con sensore di carico; la gestione dei distributori, ovviamente di tipo proporzionale, è dotata di sensoristica di ultimo livello per ottimizzare la distribuzione dei flussi; questo permette all’operatore di utilizzare fino a 3 funzioni contemporaneamente e con grande precisione. Particolarmente interessante anche la gestione della sterzata, con tre modalità (anteriore, a 4 ruote sterzanti e a granchio) con allineamento automatico. Grazie a questo, l’operatore non deve rimettere in linea le ruote prima di cambiare modalità, ma il sistema provvederà a bloccarle automaticamente quando saranno in posizione corretta.

 

 

 

Le serie 5000 erano rappresentate sia dalla serie 5700 Dyna-4 (la cosiddetta Global Series) sia dalla 5700S, entry level della gamma S Effect

La serie 5700 fa parte della gamma Global Series, una linea voluta da Massey Ferguson in vista di una distribuzione su scala mondiale: si tratta di macchine moderne, affidabili e avanzate ma ancora dotate di tecnologie semplici, in grado appunto di operare senza problemi in tutte le parti del mondo, sia come trattori “top” in aziende meno avanzate, sia come trattori economici ma dalle ottime prestazioni nelle aziende più tecnologiche. Ad oggi MF offre quattro modelli, con potenze da 85 a 110 CV.

 

In campo al road show era presente il 5709 Dyna-4, dotato dell’ormai collaudato motore AGCO Power a 3 cilindri da 3.300 cm3, in grado di erogare una potenza massima di 95 CV e una coppia massima (a 1.500 giri/min) di circa 405 Nm. La trasmissione è ovviamente la Dyna-4, un powershift a quattro gamme e quattro rapporti sottocarico, in grado quindi di mettere a disposizione 16 marce in avanti e altrettante in retro. La trasmissione, anche sulla Global Series, è gestita dalla leva inversore Power Control (che permette anche il cambio marcia oltre che l’inversione) e dal joystick a T sulla consolle destra di comando. Nonostante l’economicità, la 5700 Global Series può essere equipaggiata anche con un dispositivo di sospensione meccanica della cabina, composto da silent-block anteriori e ammortizzatori con molle posteriori. Il sollevatore posteriore garantisce una capacità massima di sollevamento di 4.300 chilogrammi, grazie anche all’impianto idraulico da 58 litri al minuto.

trattore massey ferguson 5709 dyna 4

La serie 5700 S è invece offerta in cinque diversi modelli, con potenze comprese tra 95 e 130 CV. Su tutta la gamma troviamo il motore AGCO Power a 4 cilindri da 4.400 cm3, in grado di offrire una coppia massima (a 1600 giri/min) che varia da 405 a 545 Nm. Tutti i modelli della gamma possono essere richiesti con la trasmissione Dyna-4 o con la Dyna-6; entrambe sono dotate di 4 gamme meccaniche, ma varia il numero di rapporti in powershift (4 o 6, appunto). Entrambe le trasmissioni offrono l’intuitiva leva Power Control al volante, nonché la possibilità di utilizzo della trasmissione al 100% senza azionamenti da pedale. La risposta dell’inversore può essere regolata in base alle necessità del lavoro, per una maggiore aggressività o un maggior rispetto del soprassuolo. Durante l’evento erano a disposizione dei partecipanti due macchine, un 5713S e un 5712S dotato di caricatore frontale FL4220. Il caricatore frontale fa parte della nuova generazione di caricatori originali Massey Ferguson, ed è in grado di movimentare un massimo di 2.000 kg e di raggiungere un’altezza massima di 4,2 m. Il nuovo design leggermente curvo migliora la visibilità anteriore. I punti di articolazione sono dotati di boccole ingrassabili e sostituibili, per allungare la vita utile della macchina.

trattori massey ferguson serie 5700 S

Nella seconda stazione del Diamond Road Show, dedicata alla lavorazione del terreno e alla semina, erano invece presenti le gamme più potenti, ovvero la serie 6700S, 7700S e 8700S, per potenze che vanno dai 120 ai 400 CV

Partiamo proprio dal più potente, ovvero l’8740S.

trattore massey ferguson 8740 S

Si tratta della macchina top di gamma per Massey Ferguson, con una potenza massima (con EPM) di ben 405 CV a 1.900 giri/min. La motorizzazione è sempre AGCO Power, affidata per l’intera gamma ad un 6 cilindri da 8400 cm3. Si tratta di un motore di altissima tecnologia, con un doppio turbocompressore a wastegate elettronica e punteria valvole idraulica per eliminare i giochi e ridurre i costi di manutenzione. Sull’intera gamma è disponibile solo la trasmissione Dyna-VT, ovvero a variazione continua con due gamme meccaniche. Grazie a questa trasmissione è sempre possibile raggiungere il regime di esercizio più adatto alle condizioni e all’attrezzo utilizzato; questo permette di mantenere il regime del motore ottimale per massimizzare la velocità di lavoro e ridurre al minimo il consumo di carburante. Il regime del motore e la velocità di avanzamento sono indipendenti e la velocità di avanzamento può essere aumentata o diminuita istantaneamente a pieno carico per ottimizzare la produttività e la qualità del lavoro. A seconda del tipo di allestimento, la trasmissione Dyna-VT può essere azionata attraverso una leva a T o attraverso il joystick Multipad sul bracciolo destro. È inoltre possibile variare la velocità agendo sulla leva PowerShuttle presente sul piantone dello sterzo. La trasmissione è dotata anche del sistema DTM, per la gestione dinamica del trattore. Una volta attivato, questo opera in combinazione con la trasmissione Dyna-VT per controllare automaticamente il regime del motore in base al carico del trattore, mantenendo la velocità di avanzamento richiesta e riducendo i giri del motore al minimo necessario. Il sollevatore posteriore ha una capacità massima di ben 12.000 kg, ed è dotato di cilindri esterni di sollevamento con stabilizzatori telescopici a flottazione variabile; di serie troviamo anche il dispositivo di smorzamento attivo a regolazione automatica, che permette di ridurre il beccheggio dovuto alle attrezzature pesanti portate sul sollevatore. All’anteriore è possibile richiedere un sollevatore integrato da ben 5.000 kg di portata, dotato inoltre di due distributori a doppia azione e un ritorno libero. A livello di allestimento, la gamma è disponibile in versione Efficient o Exclusive. Il pacchetto Efficient, che è la specifica di base, comprende comunque il bracciolo Command Control che raggruppa tutte le principali funzioni, ottimizzando l’ergonomia dell’operatore. La versione Exclusive comprende di serie in più il joystick Multipad, che raggruppa ulteriormente le principali funzioni, come quelle di avanzamento, del sollevatore, della pdp e dell’idraulica a portata di dito. In entrambe le versioni è disponibile il Datatronic 5, uno schermo touch da 9” che permette di controllare praticamente tutte le funzioni del trattore. L’assale anteriore è ovviamente di tipo sospeso, con la ben nota sospensione anteriore Quad Link.

La serie 7700 è una delle più importanti per Massey Ferguson; comprende macchine con potenza massima compresa tra 140 e 255 CV, che arrivano a 280 CV considerando la doppia mappatura dell’EPM

trattori massey ferguson 7718 S 7726 S

La motorizzazione è sempre ovviamente AGCO Power: i modelli fino al 7720 montano un 6 cilindri da 6.600 cm3, mentre i più grandi montano il 6 cilindri da 7.400 cm3. A parte la diversa cilindrata, le caratteristiche costruttive dei motori sono però identiche: iniezione diretta common rail elettronica a 2.000 bar, 4 valvole per cilindro, turbocompressore intercooler da 1,8 bar di sovrapressione massima. Interessante anche la gestione della “sovrapotenza” resa disponibile tramite l’EPM: a differenza di alcuni concorrenti, questo surplus di potenza è infatti disponibile su tutta la curva di potenza, e non solo al punto di potenza massima. Il dispositivo opera attraverso una serie di sensori posti nella trasmissione e nell’albero della pdp, che monitorano il carico e le condizioni operative e le comunicano alla centralina del motore, che regola di conseguenza l’esatta quantità di carburante necessaria, ottimizzando quindi potenza e combustione. La funzione EPM diventa operativa quando c’è una richiesta di potenza idraulica o tramite la pdp, oppure quando si supera una velocità “target” durante i trasporti (velocità che è pari a 8 km/h per le trasmissioni Dyna-4, 6 km/h per le trasmissioni Dyna-6 e 15 km/h per le Dyna-VT). La medesima centralina permette poi di mantenere il regime del minimo a 850 giri/min per le brevi soste di lavoro, per abbassarlo poi volontariamente a 750 giri/min o autonomamente quando le soste si prolungano. La centralina provvede comunque ad abbassare il regime del minimo anche quando il trattore è al minimo e viene innestato il freno a mano.

Sulla gamma sono disponibili tutte le trasmissioni di casa MF: la Dyna-4 (disponibile sul 7714 e sul 7715), la Dyna-6 e la Dyna-VT (disponibili entrambe su tutta la gamma tranne che sul 7714). Sulle trasmissioni Dyna-4 e Dyna-6 di serie è disponibile l’Autodrive, che permette di cambiare automaticamente sia i 4 o i 6 rapporti in powershift che le 4 gamme, una funzione molto utile ad esempio proprio per i trasporti su strada. Se programmato in modalità tartaruga, l’Autodrive permette i cambi marcia solo all’interno della singola gamma (condizione adeguata per i lavori in campo), mentre in modalità lepre si può spaziare su tutte le combinazioni, una situazione utile nell’esecuzione dei trasporti.

Trasmissioni di… famiglia

La Dyna-VT della serie 7700 è una trasmissione prodotta internamente al gruppo AGCO, per la precisione presso gli stabilimenti Fendt di Marktoberdorf. Sui modelli 7715, 7716 e 7718 viene proposto il modello ML/HA 140, mentre sui modelli più potenti viene montata la versione ML/HA 180, che permette anche il montaggio di pneumatici da 42”. Si tratta di uno schema split-power che prevede la presenza di due soli rapporti meccanici inseribili manualmente e denominati “tartaruga” e “lepre”, che di fatto permettono di raggiungere il primo i 30 km/h, e il secondo i 40 a regime motore ultra-ridotto, e pari a 1.450 giri/min. Sulle Dyna-VT della serie MF 7700 è attivabile anche la funzione DTM, acronimo di Dynamic Tractor Management, che calcola per ogni condizione di funzionamento quale sia la combinazione migliore per ottenerla in termini di regime e carico motore e di rapporto di trasmissione da inserire, allo scopo di permettere in modo automatico all’utente di utilizzare sempre la condizione di funzionamento migliore in termini di rendimento globale del pacchetto motore-trasmissione. L’assale anteriore è disponibile anche in versione sospesa, con la versione “QuadLink” dotata di una sospensione a doppio effetto studiata appositamente per la serie 7700, che ora offre una escursione di ben 142 mm. Lo schema della sospensione prevede la presenza di tre accumulatori ad azoto, utilizzati i primi due nella fase di compressione, e il terzo in rilascio.

Per quanto riguarda l’idraulica, sui modelli più piccoli (7714-7715-7716) nelle versioni Essential è presente un impianto a centro aperto con pompa ad ingranaggi da 58 l/min dedicati a sollevatore e distributori; in opzione può essere aggiunta una ulteriore pompa per offrire una portata massima totale di 100 l/min. Con gli allestimenti più ricchi e nei modelli più potenti si trova invece di serie l’impianto a centro chiuso con pompa load-sensing da 110 o 150 l/min (in base al modello), che in opzione possono essere portati a 190 l/min. In particolare, viene utilizzata una pompa con piatto obliquo a cilindrata variabile. Grande configurabilità anche per quanto riguarda il numero e la posizione dei distributori: si parte da due vie posteriori a controllo meccanico (disponibile come offerta di base solo per i modelli più piccoli in versione Essential) per arrivare fino a offrire 5 vie controllate elettronicamente, un ritorno libero e il collegamento Power Beyond ad alta portata. Tutte le versioni con impianto a circuito chiuso hanno poi di serie una valvola di decompressione per facilitare le connessioni.

Le versioni Efficient ed Exclusive con sollevatore anteriore o caricatore frontale possono disporre di ulteriori valvole anteriori. La capacità massima del sollevatore posteriore varia dai 7.100 kg per i due modelli più piccoli ai 9.950 kg dei più grandi. Il sollevatore anteriore è opzionale e offre capacità massime di sollevamento variabili a seconda dei modelli sui quali viene installato e che vanno dai 2.280 ai 3.930 kg.

La cabina è dotata di sospensione, che è di serie sulle versioni Efficient ed Exclusive e in opzione sull’Essential. Sulle due versioni più accessoriate è anche possibile installare, come opzione, delle sospensioni meccaniche semi-attive che si basano su dispositivi magneto-viscoelastici: si tratta di un dispositivo che sfrutta fluidi magnetici, che variano la loro viscosità in base al campo magnetico applicato. La versione Efficient porta i comandi principali, la leva di comando della trasmissione e i comandi del sollevatore, sul bracciolo destro del sedile, migliorando l’ergonomia complessiva. La cabina Exclusive ha in più, al posto della leva di comando della trasmissione, il joystick Multipad, che permette di controllare trasmissione e distributori idraulici. Il CCD Datatronic (di serie sulla Exclusive, in opzione sulla Efficient) è un piccolo computer di bordo con monitor a colori da 7”, in grado di visualizzare importanti informazioni e interagire con la gestione del trattore e delle attrezzature: il monitor è compatibile ISOBUS.

Particolarmente interessante il confronto diretto tra il 7718S e il 6718S

trattore massey ferguson 6718 s

trattore massey ferguson 7718 s dyna vt

Si tratta infatti di due trattori dalla potenza identica (175 CV) ma con motori diversi: 6 cilindri da 6.600 cm3 il primo e 4 cilindri da 4.900 cm3 il secondo. Questo porta ad avere una macchina con massa contenuta, passo ridotto e un ottimo raggio di svolta. La serie 6700S monta infatti l’AGCO Power 4 cilindri da 4.900 cm3 (134 mm di corsa per 108 mm di alesaggio). La ventola per il raffreddamento è di tipo viscostatico sulle macchine dotate di trasmissione Dyna-4, mentre sulle Dyna-6 e le Dyna-VT troviamo la ventola Vistronic, viscostatica ma a controllo elettronico. Come da prassi, Massey Ferguson offre sulla serie 6700S tutte le sue trasmissioni più famose: Dyna-4, Dyna-6 e Dyna-VT. Un particolare design della struttura della coppa permette di ottimizzare il raggio di sterzata, ottenendo l’ottimo valore di soli 4,75 m, che la casa dichiara come il più stretto attualmente disponibile per un trattore da 200 CV a 4 ruote motrici. L’idraulica è personalizzabile; parte (di serie sui modelli dotati della trasmissione Dyna-4 e Dyna-6) con un circuito a centro aperto in grado di erogare 58 l/min, implementabile in opzione ad una portata di 100 l/min. Sempre in opzione è possibile richiedere un impianto a centro chiuso load sensing da 110 l/min, che troviamo di serie sui Dyna-VT. Su questi ultimi in opzione è possibile aumentare la portata fino a ben 190 l/min.