A EIMA 2018 Gianni Ferrari si dà alla batteria

A EIMA 2018 Gianni Ferrari si dà alla batteria

Normative e tendenze di mercato parlano chiaro: il destino delle attrezzature di gardening,  ma anche quello delle macchine destinate alla cura del verde nell’ambito delle municipalizzate, tende al motore elettrico con batteria. Se questo orizzonte è già ben delineato per quanto strumenti come i rasaerba a spinta o le motoseghe, Gianni Ferrari si spinge oltre presentando per la prima volta in Italia due prototipi di rasaerba semoventi 100% elettrici, di utilizzo professionale

Il trampolino di lancio di questa novità è quello di EIMA 2018, protagonisti i modelli di rasaerba denominati GTM e GSR che sono contraddistinti dalla sigla “+ electric”. Il fulcro delle due nuove macchine sta nella batteria al litio da 54 V

La batteria lavora a temperature tra i 60° e i -20° e vanta un running time importante, attestandosi tra le 5 e le 8 ore lavorative consecutive. Al fine di allungare la disponibilità di lavoro della batteria sarà disponibile inoltre un power bank (venduto come accessorio extra). Forti queste macchine dei riscontri positivi già raccolti lo scorso settembre in un contesto di risonanza come quello del Salonvert di Parigi, Gianni Ferrari si farà di certo notare anche a Bologna. Del resto queste macchine nascono dall’esigenza di soddisfare direttive UE ed esigenze delle amministrazioni legate sempre di più alla riduzione – e all’eliminazione – di emissioni inquinanti: “In fatto di manutenzione in centro città, a Stoccarda e Bruges il motore endotermico è già stato bandito. La questione si allargherà a macchia d’olio e anche in Italia si sentirà questa esigenza, che noi saremo presto pronti a colmare” ci ha spiegato Michele Capaldi, responsabile marketing Gianni Ferrari. Non è marginale inoltre la riduzione della rumorosità, auspicabile quando si opera in contesti pubblici.

Soffermandoci sulle prestazioni, le batterie gestiscono potenze rispettivamente di 4,2 e 10,2 kW per la GTM e per la GSR. Altra differenza tra i due modelli il piatto di taglio: Gianni Ferrari GSR+ electric ha una larghezza di taglio di 112 cm ed è la deputata al taglio mulching mentre nel Gianni Ferrari GTM+ electric il piatto è associato a un cesto per la raccolta da 280 l, per larghezza di taglio da 80 cm. Anche per quest’ultimo modello è possibile effettuare taglio mulching con una piccola variazione di apertura laterale del piatto.

gianni ferrari gsr+ electric
Gianni Ferrari GSR+ electric
gianni ferrari gtm + electric
Gianni Ferrari GTM+ electric

 

Sempre a Bologna troverà spazio un’altra novità targata Gianni Ferrari: il trincia da raccolta che troverà come primo modello di applicazione il PG280. Questa attrezzatura contemporaneamente taglia, arieggia il prato e raccoglie; altro plus importante l’altezza massima di taglio, da 80 a 100 cm.

Per chi non mancherà l’appuntamento di EIMA, non resta dunque che visitare lo stand del costruttore al Pad. 33, stand B/1