DeLaval aggiorna il celebre Voluntary Milking System

DeLaval aggiorna il celebre Voluntary Milking System

Il 2018 per DeLaval è coronato dal successo della presentazione italiana dell’ultima versione del celebre Voluntary Milking System. Il nuovo VMS V300 si è già guadagnato un importante riconoscimento, quello della Targa Beltrami, assegnato in occasione dell’ultima edizione delle Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona

Alle Fiere Zootecniche DeLaval ha riservato infatti corposi upgrade del Voluntary Milking System, sistema di mungitura che ha già compiuto il suo 21esimo compleanno. Il suo segno distintivo è l’ospitalità nei confronti della vacca, “invitata” all’interno del robot grazie alla presenza del cibo. Al contempo si effettuano tutti i passaggi della mungitura, monitorati e associati a ciascun capo grazie alla presenza di microchip

Rispetto alla versione “classic” esposta a Cremona lo scorso anno, nella versione V300 è stata perfezionata la capacità di successo della disinfezione post mungitura così come è stato perfezionato l’attacco dei prendicapezzoli. Nel complesso la capacità di mungitura è sensibilmente cresciuta: i tecnici DeLaval parlano di una potenzialità produttiva che oggi può raggiungere i 35 quintali giornalieri.

Pertanto, questa la motivazione del premio Targa Beltrami: “La nuova versione del robot di mungitura di DeLaval mostra una apprezzabile innovatività nell’insieme dei dispositivi e delle applicazioni introdotte per il miglioramento della gestione e della funzionalità. A fianco di una integrabilità del prodotto a diverse realtà aziendali, il robot facilita l’approccio dell’operatore alla gestione di una strumentazione di comando necessariamente completa e articolata per il raggiungimento degli obiettivi di gestione. Infine, la piena valorizzazione delle prestazioni e delle informazioni fornite dall’uso di questo prodotto può consentire all’allevatore di raggiungere notevoli risultati tecnici ed economici“.

La macchina attualmente è già stata montata in 6 aziende a livello internazionale. L’installazione è partita anche in Italia, proprio dopo la kermesse di Cremona: entro la fine di quest’anno le VMS V300 saranno 7, in sei aziende del Bel Paese.

In abbinata al robot da mungitura è stato presentato anche lo spingiforaggio OptiDuo, anch’esso coinvolto nella premiazione cremonese. In cosa consiste?

delaval optiduo

OptiDuo per prima cosa miscela il foraggio rendendolo più appetibile per le vacche, dopodiché lo riposiziona sulla corsia di alimentazione, evitando la compressione: il tutto si traduce in un consumo più elevato e in una maggiore quantità di latte. L’azione peculiare della coclea a doppia spirale garantisce che l’alimento venga riposizionato lentamente, riempiendo gli spazi vuoti e garantendo che le fibre rimangano intatte.