Mais: la squadra post emergenza di Belchim Crop Protection

Mais: la squadra post emergenza di Belchim Crop Protection

Rapidità e gran spettro d’azione. Un buon erbicida si riconosce innanzitutto da questi due pilastri, soprattutto se le coltura da trattare sono le cerealicole, mais in testa. Belchim Crop Protection ha lanciato recentemente un prodotto che assolve a queste due premesse

belchim crop protection maiscoltura

Si chiama ONYX , l’erbicida post emergenza mais a base di Pyridate che promette ottima selettività sulla coltura e grande efficacia anche su infestanti molto difficili. Il meccanismo d’azione si basa sulle caratteristiche di intervento del Pyridate, erbicida di contatto assorbito per via fogliare con passaggio rapido attraverso la cuticola fogliare interferendo con il processo fotosintetico

In pratica, provoca l’arresto immediato dell’infestante. Sulla pianta sono inizialmente visibili imbrunimenti del lembo fogliare. Segue il disseccamento dei tessuti con la successiva morte della pianta. Belchim Crop Protection ha messo a punto una formulazione 600 g/l OD (Olio Dispersibile) che esalta le caratteristiche del Pyridate stesso, rendendolo pronto, compatibile in miscela con altri erbicidi, stabile e costante nei risultati.

I punti di forza di ONYX sono:

  • il “booster effect”, ossia la capacità di accelerare l’azione erbicida dei partner con i quali viene miscelato (per esempio NISSHIN EXTRA 6 OD a base di Nicosulfuron o TEMSA100 a base di Mesotrione),
  • un ampio spettro di infestanti dicotiledoni controllate (Fumaria officinalis, Chenopodium spp, Galinsoga spp, Anagalis arvensi s, Mercurialis annua , Datura stramonium , Senecio vulgaris , Solanum spp. , Amaranthus spp. )
  • la possibilità di gestire al meglio eventuali fenomeni di resistenza
  • altro punto di forza di ONYX è sicuramente l’azione di contenimento su Cyperus
  • temsa onyx mais belchim italia

Del team erbicidi-mais  fa parte anche TEMSA100, diserbante selettivo di post-emergenza che svolge la sua azione alterando il metabolismo enzimatico delle malerbe con cui giunge in contatto

Il prodotto viene assorbito per via fogliare e radicale e traslocato in tutta la pianta dalla circolazione linfatica. È rapidamente assorbito da parte delle infestanti anche nel caso in cui si manifestino eventuali piogge, anche dopo poche ore dal trattamento (a spruzzo). Mais da foraggio e granoturco possono essere trattati nello stadio d’accrescimento compreso tra 2 e 8 foglie. Il dosaggio varia in funzione del tipo di infestante: si passa dagli 0,5-1 l/ha (100-400 l di acqua) per le dicotiledoni (2-4 foglie) agli 0,5-1 1,5 l/ha (100-400 l di acqua) per le graminacee (2-3 foglie).

Sempre in ambito mais citiamo NISSHIN EXTRA 6 OD, la nuova formulazione a base di nicosulfuron che si contraddistingue per l’ottima selettività sulla coltura e le dosi ridotte d’impiego per ettaro

Il prodotto presenta alti livelli qualitativi e una lunga stabilità della formulazione nel tempo, rapido assorbimento nelle infestanti (graminacee o dicoltiledoni), elevata resistenza al dilavamento e un’efficacia non condizionata da fattori ambientali. Il trattamento avviene in un’unica fase con 500-670 ml/ha.