Fendt 211 Vario: quanta “greenta”!

Fendt 211 Vario: quanta “greenta”!

uLeggero e maneggevole. È una struttura destinata al pieno campo a differenza dei fratelli più compatti nelle versioni V/F/P che si classificano come specializzati. Più che da pieno campo, sarebbe corretto declinare il Fendt 211 Vario in questa versione Nature Green ai lavori sulle forti pendenze. Il Fendt 211 Vario è uno dei pochi ad avere una trasmissione tanto funzionale e precisa per i lavori collinari e montani, da confrontarsi solo con competitor convenzionali e isodiametrici che si equipaggiano di trasmissione idrostatica. I suoi plus però sono evidenti: essendo una macchina convenzionale è molto adatta a tutti i tipi di lavorazioni e trasporti (grazie appunto, alla trasmissione che non è completamente mossa dall’idraulica) nonché all’utilizzo con caricatore frontale.

Il test è stato eseguito presso la concessionaria FM4 di Magni SNC di Magni Giovanni Luca e Massimo, nel comune di Verderio, in provincia di Lecco.

Maschio Gaspardo Pinocchio, ripuntatore a 5 ancore
Maschio Gaspardo Pinocchio, ripuntatore a 5 ancore
Mascho Gaspardo Chiara 250
Mascho Gaspardo Chiara 250 da 2,55 m di larghezza di lavoro

I 111 CV di potenza massima sono stati messi sotto torchio, e non poco, soprattutto nella seconda fase di test. Nella prima, infatti, la prova è stata svolta con un trinciastocchi da 2,5 m ed è stato impiegato successivamente un ripper 5 ancore a 22 cm di profondità di lavoro. In quest’ultimo caso potenza e trazione del Fendt sono emerse soprattutto nel lavoro con terreno secco e tenace da fessurare: 5,8 fino a 6 km/h a massime prestazioni, con un attrezzo da utilizzare con trattori di categoria superiore per una lavorazione in queste condizioni.

Fendt 211 Vario Nature Green: impressioni

trattore fendt 211 vario nature green

Nonostante l’impegno gravoso, a 1.850 g/min i consumi non si sono dimostrati eccessivi, al massimo 23-24 l/h che sono stati raggiunti anche con il trinciastocchi a 2.050 g/min, a 8-9 km/h. Un bel risultato. Ha dimostrato ottima aderenza non solo per il fatto di avere buon bilanciamento nel momento in cui è stata applicata la zavorra anteriore, ma anche perché le ancore affondavano nel terreno dove gli stocchi di mais da granella erano stati trinciati poco prima.

La gestione della macchina rispecchia la classica modalità Fendt: si può lavorare a TMS inserito con leva o pedale dell’acceleratore oppure in manuale con turbogiunto, grazie al quale si può scegliere se mandare il trattore in arresto motore oppure no. Se non è necessario utilizzare quest’opzione, per motivi di sicurezza, è possibile usare il manuale senza però spegnere mai il motore. Alcuni comandi svolgono funzioni differenti, come i numeri romani I/II, se impiegati con la leva ne modificano l’aggressività, in combinazione con il pedale acceleratore dettano invece le velocità target. Il tutto senza terminale: l’apice della gestione del 211 Vario è proprio l’assenza del display che invece ritroviamo sempre nelle serie superiori, si fa tutto direttamente dal cruscotto che ha settaggi ordinati e di logica comprensione.

La guida è davvero comoda sia in campo che su strada, si percepisce perfettamente la reattività del trattore in tutti gli impieghi. È la macchina giusta per chi deve compiere lavorazioni a pieno campo in collina e montagna; non affatica l’operatore e la trasmissione a variazione continua garantisce maggior sicurezza e minor problematiche di quella idrostatica.

Fendt 211 Vario è decisamente leggero rispetto a macchine dei competitor: 40 quintali, così da non portare peso inutile in quota quando si fanno lavori in pendenza; la leggerezza conta. Bene il sollevatore posteriore e tutte le sue regolazioni, ordinate e chiare sul montante centrale destro dove non è necessario controllarne i valori se non durante la regolazione. A chiudere il cerchio, per migliorare la già buona manovrabilità, ci pensa il VarioActive: lo sterzo attivo grazie al quale è possibile dimezzare le rotazioni del volante. Si adatta al movimento di sterzata e alla velocità su strada. A livello tecnico segnaliamo il sistema di raffreddamento degli oli: per migliorare rispetto alle serie precedenti viene sovraraffreddato l’olio della trasmissione così che, grazie ad uno scambiatore di calore, per induzione viene raffreddato anche l’olio idraulico. Questo permette di collocare il sistema di raffreddamento dell’idraulico anche lontano dai radiatori.

Cabina

cabina fendt 211 vario

Una cabina giusta per il suo volume rapportata alle dimensioni della macchina, con sedile passeggero non ingombrante per lasciare comunque spazio all’operatore di salire e scendere agevolmente. Sei i montanti, che limitano un po’ la visibilità dato che quelli centrali sono ravvicinati ai due posteriori. Le sospensioni disponibili a richiesta, fanno bene il loro lavoro: due meccaniche al posteriore e due all’anteriore rendono la guida del 211 Vario confortevole quasi come le macchine di categoria superiore. La cabina grazie a tali sospensioni e ai cuscinetti conici è disaccoppiata dalla carrozzeria e dal cofano motore: poco rumore e vibrazioni.

Motore

motore fendt 211 vario

AGCO Power a 3 cilindri è il fulcro del Fendt 211 Vario: cilindrata contenuta di soli 3,3 l ma prestazioni garantite da tecnologia a 4 valvole per cilindro combinata con turbocompressore wategate e nessun sistema di ricircolo Scr. Infatti le normative sulle emissioni sono rispettate grazie al catalizzatore di ossidazione diesel (DOC) e al ricircolo dei gas di scarico che è esterno (AGRex). Per migliorare la manutenzione e allungarne i tempi tra un intervento e il successivo sono stati inseriti un nuovo pacchetto radiatori, filtro ad aria e ventola reversibile.

 

Trasmissione a variazione continua come di consueto per Fendt

Questa è denominata Fendt Vario ML75 con unità idrostatiche inclinabili di 45° e riduttore epicicloidale per la ripartizione del moto in via meccanica. Questa trasmissione permette di regolare la velocità da 0,02 km/h (20 m/h) fino a 40 km/h, arresto in totale sicurezza anche in pendenza e lavoro efficiente grazie alla combinazione con TMS che regola il regime del motore per garantirne sempre un risparmio dei giri minuto e quindi di carburante.

IDRAULICA e PTO

fendt 211 vario nature green idraulica pto

L’impianto idraulico standard del 211 Vario può sfruttare la somma delle due pompe che controllano separatamente idraulica di lavoro e idroguida. In totale sono 74 l/min destinati all’impianto e in optional si può crescere a 104 l/min con una pompa Load Sensing. I sollevatori posteriore e anteriore hanno una capacità di sollevamento rispettivamente di 4.204 Kg e 2.540 Kg.

TECNOLOGIA

Predisposizione per i sistemi di guida anche in RTK, Variotronic per la visualizzazione del sistema di guida satellitare tramite ISOBUS, VarioActive per la sterzata rapida che dimezza il numero di rotazioni del volante. Quest’ultimo sistema è regolabile e si adatta alla velocità su strada.

fendt 211 vario nature green