Le seminatrici MaterMacc guidano la rinascita del brand

Le seminatrici MaterMacc guidano la rinascita del brand

MaterMacc abbandona l’attuale colore rosso e giallo per adottare ufficialmente la livrea bianco-verde, riprendendo così il family feeling dei colori del gruppo Arbos, cui il brand appartiene

La gamma di seminatrici da cereali sarà l’ambasciatrice di questo cambiamento, che tiene a sottolineare lo sviluppo di MaterMacc negli ultimi anni

L’unificazione del colore permette una maggiore qualità dei processi produttivi aziendali, che si traduce in tempi di consegna ridotti a tutto vantaggio del cliente. Per l’occasione MaterMacc ha anche introdotto il sigillo QualitysteelCoat, marchio europeo di qualità per i rivestimenti protettivi su acciaio. Le macchine prodotte si avvalgono così di questa particolare modalità di verniciatura che offre una resistenza alla corrosione di classe C3.

MaterMacc ha da sempre unito la tradizione dell’azienda manifatturiera italiana al servizio del cliente con la forte propensione all’innovazione. Il cambio colore sottolinea anche questo aspetto, andando a ricordare il tradizionale colore verde delle prime seminatrici degli anni ’80 che si evolve verso il colore del Gruppo Arbos come simbolo di una forte spinta innovativa e internazionale.

Dal 2015, l’azienda ha avuto la possibilità di coordinare i propri sforzi a quelli di Arbos, con l’obiettivo di poter offrire agli imprenditori agricoli una linea di prodotti completa. In questo contesto la linea di seminatrici da cereali, sia meccaniche che pneumatiche, è stata costantemente aggiornata in modo da proporre attrezzature necessarie per un’agricoltura sostenibile.

In questa evoluzione si inserisce anche il rinnovo della sede a San Vito al Tagliamento, che ha portato alla ridefinizione e razionalizzazione completa dei reparti e dei processi logistici interni, ottimizzando la produzione e aumentando l’efficienza e la sicurezza sul lavoro

“La strada per la “rivoluzione” di MaterMacc ormai è stata tracciata: l’azienda si prepara infatti a competere con i big del mercato, accedendo a un parco clienti che è 10 volte più grande di quello precedente. – afferma Massimo Zubelli, Sales, Marketing & After Sales Director del Gruppo Arbos e Amministratore Delegato di MaterMacc – Un obiettivo reso possibile grazie a un piano d’investimenti triennale, che ha permesso di trasformare e migliorare l’intero assetto: dalla gamma agli spazi, fino alle risorse interne specializzate nell’ambito della progettazione.