Motori JCB già pronti per lo Stage V

Motori JCB già pronti per lo Stage V

JCB Power Systems utilizzerà una combinazione di tecnologia di controllo del particolato di nuova generazione che incorpora un catalizzatore ossidante diesel (DOC), un filtro antiparticolato diesel integrato (DPF) e un sistema di riduzione catalitica selettiva (SCR) per ottemperare alla normativa europea Stage V sulle emissioni

motori jcb italia

I nuovi standard sono entrati in vigore dal 1° gennaio 2019 per i motori al di sotto dei 56 kW (75 CV) e al di sopra dei 130 kW (174 CV). Un anno dopo, il 1° gennaio 2020, si applicheranno ai motori della gamma 56-129 kW (75-174 CV).

Lo standard specifico per l’UE richiede un’ulteriore riduzione del particolato ed estende le normative per includere una gamma molto più ampia di potenze del motore e applicazioni. EU Stage V comprende altri tipi di carburante, ad esempio il gas naturale, e ulteriori macchinari statici, ad esempio gruppi elettrogeni.

JCB ha sviluppato tecnologie di combustione ad elevata efficienza all’interno della sua gamme di motori. Inoltre, tutti i motori JCB Stage V sono stati progettati per il montaggio sotto i cofani motore esistenti, quindi non necessiteranno della riprogettazione dei macchinari per ospitare  i componenti aggiuntivi e non comprometteranno la visibilità dalla cabina

Alan Tolley, Engines Group Director di JCB, ha dichiarato: “I motori JCB hanno emissioni basse e una tecnologia di combustione ad alta efficienza sviluppata per Stage IIIB e Tier 4, il che significa che abbiamo avviato lo sviluppo per la normativa Stage V da una posizione ottimale. Le caratteristiche della tecnologia di controllo del particolato di JCB includono la combustione a basso particolato, un catalizzatore ossidante, un filtro antiparticolato e il sistema di controllo integrato di rigenerazione del motore e del filtro. È una soluzione completamente integrata molto affidabile, altamente efficace e invisibile al cliente, in quanto è installata all’interno dei vani di motore delle nostre macchine esistenti e, durante l’utilizzo normale, non necessita di interventi dell’operatore o di manutenzione aggiuntiva”.

Tra i motori JCB, Dieselmax da tre litri offre una potenza di 55 kW, con una coppia massima di 440 Nm. Alimenta le terne di JCB, i movimentatori telescopici e altre macchine di fascia media. Dispone di un sistema compatto di post-trattamento che comprende la tecnologia di controllo del particolato di JCB e l’arresto automatico che spegne il motore dopo un periodo di funzionamento a regime minimo per minimizzare il consumo di carburante.

La versione Stage V del motore EcoMAX da 4,8 litri che alimenta i movimentatori telescopici JCB, le pale gommate di fascia media e le pale gommate telescopiche TM più grandi, produce 81-129 kW (108-174 CV) e offre un picco di coppia dalla potenza da 516 Nm a 690 Nm. È dotata di un sistema compatto di post-trattamento che comprende la tecnologia di controllo del particolato di JCB con un sistema SCR di iniettore di urea per la riduzione delle emissioni di ossido di azoto (NOx) e beneficia dell’adozione di una tecnologia di turbocompressore wastegate e di arresto automatico che spegne il motore dopo un periodo di funzionamento al regime minimo per ridurre al minimo il consumo di carburante.