selezionare un paese
  I nostri marchi selezionare un paese
 

Bayer alza i propri standard di trasparenza

bayer strategia trasparenza

Bayer sta alzando i suoi standard di trasparenza, sostenibilità e impegno, per dimostrare sempre maggiore responsabilità

Stiamo facendo grandi passi avanti nell’integrare il settore dell'agricoltura che abbiamo acquisito. Stiamo iniziando a mettere in atto una serie di misure per aumentare la trasparenza e la sostenibilità della nostra azienda,” ha dichiarato venerdì Werner Baumann, CEO di Bayer AG. Queste misure rispondono alle domande e alle preoccupazioni rivolte a Bayer riguardo al suo ruolo nel settore agricolo nell’anno seguito all’acquisizione di Monsanto

Con le sue soluzioni, la società punta a ridurre l’impatto ambientale del 30 per cento entro il 2030. Bayer intende raggiungere questo obiettivo attraverso lo sviluppo di nuove tecnologie, che permettano una riduzione dei volumi di agrofarmaci e un’applicazione più precisa. Tali misure contribuiranno a ristabilire e preservare la biodiversità, combattere il cambiamento climatico e utilizzare nel modo più efficiente possibile le risorse naturali.

La società misurerà i progressi confrontando l’indicatore EIQ (Environmental Impact Quotient) con gli attuali standard di mercato. L’EIQ è stato messo a punto negli anni ‘90 dalla Cornell University (Stati Uniti) e si riferisce al volume di tossicità. Rappresenta dunque un sistema di misurazione più significativo rispetto al semplice volume. Bayer intende migliorare costantemente l’EIQ dei propri agrofarmaci, investendo in innovazioni di prim’ordine nei settori seeds and traits, agricoltura digitale, soluzioni biologiche e nuovi prodotti con bassi residui e dosaggi ridotti. Inoltre, la società inviterà esperti internazionali e stakeholder a partecipare a un Bayer Sustainability Council per supportare gli sforzi a livello aziendale.

Sebbene il glifosate continuerà a giocare un ruolo fondamentale per l’agricoltura e per il portfolio Bayer, la società si sta impegnando a offrire una più ampia scelta agli agricoltori e, nel prossimo decennio, investirà circa 5 miliardi di euro in nuovi metodi per combattere le erbe infestanti. Questo investimento in ricerca e sviluppo permetterà una migliore comprensione dei meccanismi di resistenza, la scoperta e la messa a punto di nuovi meccanismi di azione, un ulteriore sviluppo di soluzioni personalizzate integrate di gestione delle erbe infestanti e raccomandazioni più precise attraverso strumenti di agricoltura digitale. Inoltre, sarà approfondita la collaborazione con ricercatori di tutto il mondo nel campo delle erbe infestanti, al fine di sviluppare soluzioni su misura per gli agricoltori a livello locale.

In fatto di trasparenza, nel 2017 Bayer ha iniziato a pubblicare online tutti i suoi studi di Crop Science relativi alla sicurezza, mettendoli a disposizione di tutti. Da allora, ha pubblicato centinaia di studi su circa 30 composti, compresi tutti i 107 studi sul glifosate di proprietà aziendale. Non solo: la società guiderà un programma invitando ricercatori, giornalisti e rappresentanti delle ONG a collaborare, con la loro preparazione scientifica, all’imminente procedura UE di ri-registrazione del glifosate che inizierà nel corso dell’anno.

 

 

Pubblicato su martedì 18 giugno 2019
Categoria: agrochimica
Tags : bayer bayer cropscience fusione bayer monsanto glifosate glifosato
  A come Agricoltura Archivio
Agritechnica 2019: John Deere e Volocopter collaborano allo sviluppo di droni da trasporto
John Deere e Volocopter presentano ad Agritechnica 2019 il primo drone di grandi dimensioni adattato a utilizzi in ambito agricolo. ...
Per saperne di più
Allevamento Frisia: un open day grazie a SOP, Sgariboldi e Inseme
Il prossimo 13 novembre l’ Allevamento Frisia di Bertonico (LO) aprirà le sue porte ai colleghi allevatori per una giornata di confronto e approfondimento. ...
Per saperne di più
Valtra e Yara per prodotti lattiero-caseari a emissioni zero
Valtra sta collaborando con l'azienda di fertilizzanti Yara in un progetto che mira a ottenere una riduzione significativa degli impatti ambientali della produzione di carne e latticini e una maggiore produttività della produzione di prati. ...
Per saperne di più
Argo Team campione di Tractor Pulling per la 14esima volta
Con un en plein di 6 vittorie su 6, Argo Team, squadra ufficiale di Argo Tractors, si è laureato campione italiano di Tractor Pulling 2019 nella categoria Pro Stock ...
Per saperne di più
Fiere Zootecniche 2019 al via a Cremona
Si apre dal 23, e fino al 26 ottobre, la nuova edizione delle Fiere Zootecniche. ...
Per saperne di più
PSR: è corsa contro il tempo
A oggi la quota di fondi disponibili realmente spesi è pari a un terzo dell’intera dotazione (che ammonta a oltre 20 miliardi di euro). Il che denota una capacità tutta italiana: l’incapacità di spendere gli stanziamenti che arrivano da Bruxelles. ...
Per saperne di più
Focus sulle seminatrici Arbos da cereali
Per la prossima stagione l’attenzione di Arbos è puntata sulla linea di seminatrici da cereali, sia meccaniche che pneumatiche, sviluppata grazie al prezioso know-how di MaterMacc. ...
Per saperne di più
New Holland T8 GENESIS: potenza motrice e... digitale
In arrivo il nuovo trattore New Holland T8 GENESIS dotato di sistema Precision Land Management (PLM) Intelligence, la piattaforma di New Holland per l'agricoltura di precisione ...
Per saperne di più
Campagnola Starberry MD1 per il mirtillo
Il kit dello scuotitore elettrico è composto da una batteria al litio, caricabatteria e valigetta per il trasporto ed uno zainetto ergonomico portabatteria utilizzabile per altre attrezzature Campagnola ...
Per saperne di più
Pneumatici forestali Alliance, le novità
L’ultimo arrivato nel portfolio ATG per il settore è Forestar 644, concepito per forwarder e raccoglitrici. ...
Per saperne di più