selezionare un paese
  I nostri marchi selezionare un paese
 

Belchim Crop Protection


Belchim Crop Protection


Quando si parla di malattie del legno la maggior parte dei viticoltori pensa immediatamente al Mal dell’esca, una problematica che, sempre con maggiore frequenza sta interessando numerosissime aree viticole italiane. I responsabili di questa malattia sono un complesso di funghi patogeni vascolari (principalmente Phaeoacremonium aleophilum e Phaemoniella chlamydospora) che possono infettare la pianta con due tipologie di decorso: cronico, caratterizzato da un deperimento lento e progressivo che può̀ durare molti anni, oppure acuto, che provoca la morte improvvisa della pianta. La risposta di Belchim a questa patologia si chiama Vintec ed è votata al “bio”. Vintec è un fungicida a base di Trichoderma atroviride SC1 registrato su vite, sia per il vigneto che in vivaio. La peculiarità di questo prodotto è la caratterizzazione della sua stessa sostanza attiva, ovvero del suo ceppo che viene isolato da legno di nocciolo e non dal suolo; il Trichoderma atroviride SC1 in questione, nato e applicato sul legno, garantisce così una spiccata velocità di sviluppo e colonizzazione delle ferite di potatura. Altro grande vantaggio è la possibilità di preparare la soluzione, poco prima dell’applicazione. Si applica con qualsiasi attrezzatura. Vista la concentrazione del Trichoderma all'interno del formulato (1x1013 UFC/kg), la dose consigliata in etichetta è di 200 g/ha in campo e 200 g/hl in vivaio.


Malerbe: il giro di... vite

Per la gestione delle infestanti più diffuse in vigneto ed il controllo dei polloni, Belchim Crop Protection propone Beloukha, erbicida in emulsione concentrata a base di acido pelargonico in ragione di 680 g/L. Il prodotto risulta anche registrato come disseccante in pre-raccolta della patata. Beloukha è un ottimo strumento per la gestione delle resistenze sviluppate da alcune malerbe nei confronti degli erbicidi tradizionali. La sostanza attiva è un acido grasso e ciò promuove la sua rapida metabolizzazione nel suolo ad opera della microflora batterica, lì presente, a ottenere acqua e anidride carbonica. Per la sua natura chimica è in grado di sciogliere le cere vegetali, privandole della loro capacità di opporsi alla disidratazione, con conseguente morte dei tessuti colpiti in poche ore. La buona riuscita del trattamento con Beloukha presuppone una giornata luminosa, temperature superiori a 15°C, e senza previsione di piogge in arrivo. Ultimo aspetto, ma non per importanza, lo stadio delle infestanti: le malerbe devono avere altezza massima di 10 centimetri, con quelle a rosetta che non superino i 4 centimetri. Quando è applicato sui polloni della vite, invece, questi è bene non superino i 15 centimetri. Le dosi: 16 L/ha per il diserbo della vite, da applicarsi due volte l'anno lungo i sottofila tramite 200 - 300 litri di acqua, a fronte di 6 - 8 litri per la spollonatura, con tre applicazioni annue a 150 - 200 litri di acqua.


Resistenze in fatto di soia

L’attenzione di Belchim per il 2020 è rivolta anche alle colture da pieno campo e in particolare sulla soia. Si chiama Proman Flow (Metobromuron 500 g/L) l’erbicida del produttore belga che attualmente registrato su patata, e che a breve riceverà l’estensione di impiego per il diserbo in pre-emergenza della soia e del girasole. Metobromuron è una molecola sistemica con attività residuale ad assorbimento radicale. Appartenente alla famiglia delle Uree-Feniluree, agisce attraverso l’inibizione della fotosintesi a livello del fotosistema II. Il composto è impiegato in pre-emergenza a 2-3 L/ha in funzione del peso dell’infestazione e della tessitura del suolo. Proman Flow ha un ampio spettro d’azione nei confronti delle principali infestanti a foglia larga a partire Chenopodio e Amaranto, ma anche su Acalifa che da qualche anno è di gestione sempre più problematica sulle colture a soia. Tra i plus di Proman Flow permette di fare un diserbo su misura della flora infestante tipica dell’area applicandolo in miscela con prodotti a base di S-Metolachlor e Clomazone, per completare rispettivamente il controllo di graminacee e Abutilon.




I prodotti Belchim si applicano con qualsiasi attrezzatura

Pubblicato su mercoledì 22 gennaio 2020
Categoria: agrochimica
Tags : agrochimica belchim viticoltura
  A come Agricoltura Archivio
Mercato macchine agricole nuove
Nel 2019 l’Italia, che si conferma al terzo posto della classifica, è cresciuta con un ritmo inferiore rispetto agli altri big, Francia e Germania. ...
Per saperne di più
Tecnologia in Microgranuli
Valagro mette a disposizione degli agricoltori una gamma di biostimolanti con sostanze attive di origine esclusivamente naturale, che stimolano in modo mirato i principali processi fisiologici della pianta, promuovendone la crescita e la produttività. ...
Per saperne di più
Fendt 1100 MT: Potenza ed efficienza in tutte le situazioni
Il Fendt 1100 MT è azionato da un motore diesel AGCO Power a 12 cilindri. ...
Per saperne di più
McCormick: Cavalli su. Emissioni giù
Cresce in potenza la serie X7.6 di McCormick e si adegua al quinto step delle emissioni. ...
Per saperne di più
CASE IH: Axial-Flow® Serie 150
La serie di mietitrebbiatrici Case IH Axial-Flow® 150 è composta da tre modelli ...
Per saperne di più
Fendt: Per uno spandimento migliore
Con lo spandi-voltafieno Twister, Fendt punta in alto, creando un attrezzo funzionale e veramente robusto. ...
Per saperne di più
Syngenta: Nuove soluzioni per il diserbo del mais
L'obbiettivo di Syngenta è quello di valorizzare la produzione maidicola nel suo complesso migliorando la produttività delle aziende agricole del nostro Paese. ...
Per saperne di più
Kelly Engineering: L'efficacia delle catene
L'esclusivo sistema di lavorazione del terreno Kelly a forma di diamante offre una vasta gamma di catene di dischi con innesto a terra per soddisfare le vostre esigenze di lavorazione leggera tutto l'anno. ...
Per saperne di più
Telescopici, un’ottima annata
Il mercato dei sollevatori telescopici si conferma positivo e in crescita. (Articolo a cura di Cristian Furini) ...
Per saperne di più
Antonio Carraro Tony 8900 V: Inedito a telaio classico
Il Sitevi, è stata l'occasione per il costruttore padovano, per presentare l’AC Tony 8900 V con struttura convenzionale ...
Per saperne di più