selezionare un paese
  I nostri marchi selezionare un paese
 

Forniture di macchine agricole: un allarme dai Paesi UE


L’Italia ha un ruolo cruciale per la produzione europea


Il Comitato europeo dei costruttori di macchinario agricolo lancia un appello perché sia consentita nel nostro Paese la ripresa delle attività del comparto. Senza le macchine fabbricate in Italia - maggior produttore in Europa insieme alla Germania - si paralizza l’attività di moltissime imprese agricole e si mettono a rischio gli approvvigionamenti alimentari.

Dopo l’appello congiunto di FederUnacoma e delle organizzazioni professionali agricole perché il Governo consenta alle industrie costruttrici di rifornire le aziende agricole che necessitano di macchinari, scende in campo il comitato dei costruttori europei CEMA. L’organizzazione, che ha sede a Bruxelles e che riunisce le industrie della meccanica agricola di 11 Paesi, ha diffuso ieri un documento nel quale si esprime preoccupazione per le conseguenze del blocco della produzione italiana sull’agricoltura europea. Il nostro Paese è infatti, insieme alla Germania, il maggior produttore in Europa di macchinario agricolo e copre il fabbisogno di meccanizzazione di una cospicua parte del continente.



Scende in campo il comitato dei costruttori europei CEMA.

“L’Italia è cruciale per la produzione europea - scrive il Segretario Generale del CEMA Jerome Baudry nella sua comunicazione - e impedire ancora questa attività avrebbe un effetto domino sulla catena di approvvigionamento per le macchine agricole, mettendo a repentaglio la sicurezza alimentare di oggi e domani”.


“Se gli agricoltori europei non avranno accesso alle attrezzature, ai servizi e ai pezzi di ricambio ordinati - ribadisce la nota del CEMA - il loro lavoro si interromperà”. L’attività delle industrie della meccanica agricola deve svolgersi naturalmente in condizioni di sicurezza e nel rispetto delle norme imposte dall’emergenza - raccomanda il Comitato Europeo - ma questo comparto deve restare parte integrante della filiera agroalimentare.




Pubblicato su mercoledì 8 aprile 2020
Categoria: attualita
  A come Agricoltura Archivio
A come Assistenza
Strategie per fronteggiare le conseguenze psicologiche del COVID-19 ...
Per saperne di più
Lavoro nei campi sotto la lente
Nasce lo sportello che permette di fare incontrare domanda e offerta. ...
Per saperne di più
CAMALEONTE IN AZIONE
La versatilità di un singolo attrezzo può essere elevata, ma è difficile avvicinarsi a ciò che il System Cameleon, in un unico telaio, è in grado di effettuare. ...
Per saperne di più
Combi 8200, produttività garantita
Semovente e di grosse dimensioni, la macchina di Sgariboldi promette affidabilità operativa e redditività ...
Per saperne di più
Copa e Cogeca invocano intervento della Commissione UE
Covid19 e le tante ripercussioni su ogni settore, in particolare sulla filiera agrolimentare, anche quella che dagli allevamenti arriva diretamente alle attività di ristorazione ...
Per saperne di più
Cambio-gomme per sfide estreme
Non solo agricoltura. ...
Per saperne di più
Eima Bologna: a febbraio 2021
L’emergenza coronavirus è tutt’altro che risolta. ...
Per saperne di più
L’alta potenza… veste il cingolo!
Due serie di trattori ad alta potenza molto differenti tra di loro, due tipologie di cingolatura differenti, il tutto accomunato dallo stesso marchio. ...
Per saperne di più
Regina nell’efficienza
Si chiama New Holland BigBaler 1290 High Density l’”ammiraglia” per balle quadre in giallo che promette efficienza e produttività a tutto campo ...
Per saperne di più
MASSEY FERGUSON 7720S DYNA-VT: Sostanza ed equilibrio
A metà strada tra i 100 e i 300 CV, con caratteristiche di potenza pendenti verso macchine della categoria superiore ma un’agilità spiccata rientrante sicuramente nella categoria inferiore. ...
Per saperne di più