selezionare un paese
  I nostri marchi selezionare un paese
 

Sollevatori telescopici JCB Agri: La gamma su misura di imprenditore agricolo


Per il mercato italiano JCB offre ben sei varianti di sollevatori telescopici


Fin dal 1977 JCB ha rivoluzionato la movimentazione dei materiali nel settore agricolo sviluppando il primo sollevatore telescopico specializzato, che ha profondamente trasformato le operazioni di carico, sollevamento, posizionamento e movimentazione di materiali sfusi.

Oggi, dopo oltre 40 anni, il costruttore britannico propone una gamma ampia e completa di modelli in grado di soddisfare ogni esigenza di questo impegnativo settore applicativo. La terza generazione di sollevatori telescopici agricoli JCB, la nuovissima Serie III, aggiunge a un elenco di funzionalità già completo nuove opzioni di controllo del livellamento del telaio e di frenata a aria del rimorchio, risultato degli ultimi sei anni di ricerca JCB all’insegna del miglioramento della tecnologia, delle prestazioni e del risparmio di carburante.


Per il mercato italiano JCB offre ben sei varianti disponibili di configurazione - Industrial, Agri Contractor, Agri TL, Agri Plus, Agri Super e Agri Pro -, tutte contraddistinte da una serie di caratteristiche comuni e al tempo stesso forti di pacchetti di allestimento specifici, che includono opzioni e configurazioni diversificate tal da permettere di costruire la macchina ottimale per ogni azienda agricola.



Tutti i modelli JCB Agri condividono un'eccellente solidità costruttiva

Fiore all'occhiello della gamma JCB Agri sono le trasmissioni, anche in questo caso fornite in tre diverse configurazioni: una variante Powershift a 4 velocità avanti/indietro per gli allestimenti Industrial, Agri Contractor e Agri Plus, in grado di raggiungere una velocità massima di 33 km/h; una variante Powershift a 4 velocità avanti/indietro per i modelli Agri TL, che grazie al blocco del convertitore di coppia in gradi di raggiungere una velocità massima di 40 km/h; una Powershift a 6 velocità avanti, 3 velocità indietro e 40 km/h per l'allestimento Agri Super; l'innovativa trasmissione “duale” a variazione continua DualTech VT per i modelli top di gamma in configurazione Agri Pro. DualTech VT è un’innovativa soluzione combinata idrostatica/powershift “2 in 1” che offre controllo fine e continuo della velocità fino a 19 km/h, commutazione automatica al cambio a modulazione elettronica a tre velocità sopra i 19 km/h, modalità Power e Economy per ottimizzare prestazioni e consumi, modalità Flexi per un controllo indipendente del regime motore e della velocità al suolo e commutazione automatica da trazione semplice a trazione integrale. Tutti i modelli sono dotati di serie di quattro ruote motrici, che garantiscono una trazione ottimale in qualsiasi momento. Due le configurazioni di assali previste per la gamma: l'accoppiata Assale anteriore Max-Trac/assale posteriore Max-Trac è prevista di serie sui modelli Industrial, Agri Contractor, Agri TL, Agri Plus; quella assale anteriore Limited Slip/assale posteriore Max-Trac è montata di serie sui top di gamma Agri Super e Agri Pro e, a richiesta, sui modelli Agri TL e Agri Plus. La trazione a due ruote motrici può essere attivata premendo semplicemente un interruttore, riducendo in questo modo l'usura dei pneumatici e il consumo di carburante durante i trasferimenti su strada. Tutti i sollevatori telescopici JCB Agri offrono la possibilità di selezionare tre modalità di sterzatura. La sterzatura su due ruote è adatta per i trasferimenti su strada ad alta velocità, la sterzatura su quattro ruote è ideale per operare in spazi ristretti, mentre quella a granchio è consigliata per le manovre in prossimità di muri e negli edifici agricoli. Gli operatori possono passare da una modalità all'altra mentre la macchina è in movimento, senza dover necessariamente allineare le ruote.


Configurazioni diversificate anche per la sezione idraulica, che su tutte le quattro versioni implementa il nuovo pacchetto idraulico intelligente di JCB il quale, oltre a includere un sistema rigenerativo che migliora i tempi di ciclo fino al 19% offrendo parallelamente una riduzione del 15% della quantità di combustibile utilizzato a parità di lavoro, prevede finecorsa di smorzamento sul braccio in sollevamento e sfilo e una nuova modalità "auto" del sistema antibeccheggio SRS – Smooth Ride System. Nel dettaglio, tutti gli allestimenti adottano un'architettura idraulica a centro chiuso di tipo load sensing. Un joystick servoelettrico con potenziometri per sfilo e ausiliario è installato sulle versioni Industrial, Agri Contractor, Agri TL, Agri Plus, Agri Super e nella versione Agri Pro, in quest'ultimo caso integrato nel sedile di guida. Due circuiti ausiliari a doppio effetto della portata di 100 l/min sono previsti di serie negli allestimenti Agri Super e Agri Pro e in via opzionale negli allestimenti Industrial, Agri TL e Agri Plus, che dispongono di serie di un circuito ausiliario a doppio effetto della portata di 100 l/min. Tutti i modelli prevedono di serie l’attacco rapido per le attrezzature a comando idraulico, e il sistema di scuotimento della benna. Tutti i modelli JCB Agri condividono un'eccellente solidità costruttiva, nonché l'adozione di componenti di elevata qualità e accorgimenti costruttivi finalizzati alla massima affidabilità nel tempo. Il particolare design dei bracci, con sezione a U rovesciata, adotta piastre di chiusura completamente saldate, e al fine di aumentarne ulteriormente la robustezza il numero di giunzioni e punti esposti a sollecitazioni sull'estremità del braccio integrata e sulla piastra di chiusura monopezzo sono stati ridotti al minimo. Gli assali heavy duty consentono di assorbire le enormi sollecitazioni generate durante le applicazioni continuative con carichi pesanti, e per garantire una maggiore integrità strutturale i cilindri di comando, sollevamento e inclinazione, tutti di produzione JCB, sono fissati mediante fusioni sagomate centrali, eliminando le torsioni del braccio.


Il nuovo sistema Sway Control lanciato da JCB ad Agritechnica utilizza un cilindro idraulico a doppio effetto fissato al telaio e all'assale anteriore che consente all'operatore di regolare la macchina in posizione verticale prima di sollevare il braccio su una superficie inclinata o irregolare.


Sway Control è disponibile in alcune versioni del modello 542-70 (da 4,2 tonnellate a 7 m) e del 536-95 high-lift (sollevamento massimo da 3,6 tonnellate, portata di 1,60 tonnellate a 9,50 m) ed è azionato in modalità elettroidraulica per lavori su terreni accidentati e terreni in pendenza.


Tutti i sollevatori telescopici JCB di nuova generazione (Serie III) sono dotati di freni idraulici a due linee per rimorchio con impianto elettrico a sette pin e presa per sistema frenante elettronico (EBS). Le opzioni includono anche la frenata del rimorchio ad aria a doppia linea con impianto elettrico a sette pin e una presa di frenatura antibloccaggio (ABS), e una combinazione di frenata pneumatica a linea doppia e frenata idraulica a linea singola per attrezzature trainate.


I sollevatori telescopici Agri sono alimentati per la maggior parte dei modelli dai pluripremiati motori diesel JCB Ecomax nelle tre versioni da 109 CV/81 kW (Industrial, Agri Contractor e Agri TL), 125 CV/93 kW (Agri Plus e Agri Super) e 145 CV/108 kW (Agri Pro), che offrono risparmi di carburante fino al 18% in meno rispetto ai modelli precedenti. L'innovativa tecnologia di combustione pulita JCB consente ai motori Ecomax di rispettare le disposizioni della normativa sulle emissioni, nelle varie fasi, senza dover ricorrere a sistemi di post-trattamento dei gas di scarico, quali i filtri DPF, evitando pertanto dispendiose sostituzioni o rigenerazioni costose del filtro antiparticolato. Al contrario, i sollevatori telescopici JCB utilizzano un sistema di riduzione catalitica selettiva SCR (Selective Catalytic Reduction) sigillato permanentemente, che non richiede alcuna rigenerazione e, quindi, non comporta nessuna perdita di produttività.



La cabina Command Plus

Per i cinque allestimenti Agri Contractor, Agri TL, Agri Plus, Agri Super e Agri Pro JCB offre la cabina Command Plus, che offre agli operatori silenziosità senza pari e visibilità a 360°, oltre a più spazio di stoccaggio, ventilazione migliorata, e nuove strumentazioni e funzionalità di controllo. Le dotazioni prevedono aria condizionata di serie, sedile a sospensione meccanica (Agri TL e Agri Plus) o pneumatica (di serie sui modelli Agri Super e Agri Pro, opzionale per i modelli Agri TL e Agri Plus).


Tutti gli allestimenti prevedono di serie luci di lavoro anteriori e posteriori sul braccio (tranne l’allestimento Industrial): led per l’Agri Pro e alogene per tutte le altre configurazioni della gamma.


La cabina Command Plus è più silenziosa del 50% rispetto al design precedente con un rating 69 dBA migliore della categoria; è del 12% più grande all'interno e ha il 60% di spazio di stivaggio in più, incluso un vano estraibile dietro il sedile per documenti, strumenti, cibo e altro, il tutto per rendere la cabina un posto comodo in cui lavorare.


La visibilità verso l'alto è stata migliorata eliminando la traversa anteriore del tetto della cabina aumentando l'area vetrata del 14% in modo che gli operatori possano posizionare o recuperare i carichi in modo più facile, sicuro e confortevole.


Grazie alle eccezionali caratteristiche costruttive e alle ampie possibilità di configurazione e allestimento, la gamma di sollevatori telescopici JCB Agri rappresenta oggi una soluzione completa, affidabile e produttiva in grado di adattarsi alle esigenze di ogni tipologia di azienda agricola, offrendo agli utilizzatori macchine solide, costruite per durare nel tempo e soprattutto capaci di movimentare più materiale, con costi minori e in tempi più rapidi.





Pubblicato su mercoledì 15 aprile 2020
Categoria: attualita
  A come Agricoltura Archivio
A come Assistenza
Strategie per fronteggiare le conseguenze psicologiche del COVID-19 ...
Per saperne di più
Lavoro nei campi sotto la lente
Nasce lo sportello che permette di fare incontrare domanda e offerta. ...
Per saperne di più
CAMALEONTE IN AZIONE
La versatilità di un singolo attrezzo può essere elevata, ma è difficile avvicinarsi a ciò che il System Cameleon, in un unico telaio, è in grado di effettuare. ...
Per saperne di più
Combi 8200, produttività garantita
Semovente e di grosse dimensioni, la macchina di Sgariboldi promette affidabilità operativa e redditività ...
Per saperne di più
Copa e Cogeca invocano intervento della Commissione UE
Covid19 e le tante ripercussioni su ogni settore, in particolare sulla filiera agrolimentare, anche quella che dagli allevamenti arriva diretamente alle attività di ristorazione ...
Per saperne di più
Cambio-gomme per sfide estreme
Non solo agricoltura. ...
Per saperne di più
Eima Bologna: a febbraio 2021
L’emergenza coronavirus è tutt’altro che risolta. ...
Per saperne di più
L’alta potenza… veste il cingolo!
Due serie di trattori ad alta potenza molto differenti tra di loro, due tipologie di cingolatura differenti, il tutto accomunato dallo stesso marchio. ...
Per saperne di più
Regina nell’efficienza
Si chiama New Holland BigBaler 1290 High Density l’”ammiraglia” per balle quadre in giallo che promette efficienza e produttività a tutto campo ...
Per saperne di più
MASSEY FERGUSON 7720S DYNA-VT: Sostanza ed equilibrio
A metà strada tra i 100 e i 300 CV, con caratteristiche di potenza pendenti verso macchine della categoria superiore ma un’agilità spiccata rientrante sicuramente nella categoria inferiore. ...
Per saperne di più